lunedì, febbraio 22, 2010

lago di Varese

Dopo aver saltato "allegramente" il Venerdì e dedicato il Sabato alla Bit, la Domenica è diventato il giorno del lungo, il penultimo della mia preparazione a Roma 2010, in compagnia e per di più in trasferta. E fortunatamente anche questa volta capita in una stupenda giornata con sole, cielo terso, e le alpi innevate a far da cornice.
Il ritrovo è al parcheggio del supermercato Tigros sul lungolago del comune di Buguggiate, da dove comincia la pista ciclopedonale del lago di Varese.
La lunghezza del giro, come indicato nel depliant della Provincia di Varese, è di 28.1km, il mio garmin alla fine ne segnarà 27.75, e segue il circuito del bacino lacustre per quasi tutto il perimetro del lago tranne che per qualche chilometro, quando costeggia la statale. Il fondo è un susseguirsi di asfalto, calcestre e calcestruzzo colorato e la pendenza media è inferiore al 5%. Questo almeno, è quello che viene riportato nel piegevole che ho trovato presso lo stand della provincia alla Bit. Se poi si cercano informazioni in rete il percorso viene descritto come pianeggiante e che non presenta particolari difficoltà. In realtà il percorso, almeno per i podisti, è abbastanza impegnativo. Per tutti i 28 chilometri è un susseguirsi di salite e discese, ovviamente con pendenze di poco conto, ma sembra che questo, alle gambe, poco importi. La prima parte, se si percorre in senso orario, è forse quella meno bella. Il lago si intravvede appena e in alcuni punti non si vede affatto.
E questo per almeno 7 chilometri. Poi il paesaggio, secondo il mio punto di vista, ripaga della fatica.
Alla fine cotto e molto soddisfatto per essere riuscito, dopo aver concluso il giro in poco meno di 2h e 20' con una media di 5'/km, di correre per altri 4 chilometri a passo gara.
E le mie nuove Response ? Perfette anche da nuove.
Zero bolle.

6 commenti:

  1. Bellissimo percorso, complimenti al Comune che ha messo in piedi un lungolago completo

    RispondiElimina
  2. Sono perfettamente d'accordo. Già alla fine del giro, i viali si stavano popolando di famiglie con pargoli al seguito liberi di scorrazzare con le loro biciclettine in tutta sicurezza. Immagino che durante la bella stagione ci sia proprio un bel "traffico".

    RispondiElimina
  3. Posto molto bello dove si riesce a correre a lungo senza annoiarsi. Ti vedo in gran forma, Roma si avvicina.

    RispondiElimina
  4. Bello il giro! Il lago di Varese ancora mi manca da fare, sia in kayak che di corsa. Vedrò di tenermelo in progetto per il futuro.

    RispondiElimina
  5. durante il giro ho visto delle canoe. e cercando info in rete ho visto che a gavirate c'è l'omonima canottieri. penso che sarsti in buona compagnia

    RispondiElimina
  6. Anch'io mi trovo molto bene con le response nuove... ottime scarpe e complimenti per il giretto!!!

    RispondiElimina