lunedì, aprile 12, 2010

milanocitymarathon 2010


Andata. La mia dodicesima maratona è archiviata. Non proprio come speravo, niente PB, ma visto il clima e come ci sono arrivato, sono molto soddisfatto del risultato. Vigilia con sole, cielo terso e temperatura oltre i 20°.
Domenica invece, è come aver riportato il calendario indietro di almeno un mese, freddo, vento e prima dello start anche un cielo nero che non prometteva niente di buono. La partenza, spostata al nuovo polo fieristico di Rho, è assieme al cambio di data, l'altra novità di questa decima edizione della maratona. Tutto per non essere d'intralcio e non "disturbare" troppo, parte degli automobilisti milanesi che, non contenti di passare parte della loro vita in coda durante la settimana, sentono la necessità di non privarsi delle quattro ruote nemmeno la domenica, pretendendo che niente possa ostacolare questo bisogno primario.
Il percorso di questa edizione, se non erro mai uguale a quello dell'edizione precedente, è veramente veloce è interamente piatto e tutto sommato non è neanche male. Dopo aver lasciato il polo fieristico si attraversa Pero, Figino e dopo circa 8 chilometri si entra in Milano in zona S.Siro. Poi Lampugnano, Gallaratese e Zona "Fiera", o quello che ne rimane, per poi percorrere corso Sempione, arrivare all'Arena Civica dove chi ha deciso di correre la mezza si dirige verso il castello. Gli altri invece, dopo qualche chilometro imboccano corso Venezia diretti verso piazza Duomo, "circunnavigazione" della piazza e ritorno, di nuovo, in corso Venezia per imboccare la circonvallazione interna direzione Navigli. Nuovo passaggio in zona Fiera, Velodromo Vigorelli e gli ultimi 3 chilometri: Sempione, Arena e finalmente l'arrivo al Castello Sforzesco. Per quel che mi riguarda bene i primi 30, un po' meno sino al 34^, e poi ho cercato di portare a casa il risultato nel miglior modo possibile. Ho camminato un po' per "rifiatare" e poi, pur con un passo non brillantissimo, sono riuscito a concludere con un più che dignitoso, viste le ambizioni della vigilia,  3h 12' e rotti.
Per i prossimi due anni a Roma, il pettorale di seconda fascia, è garantito !!!
Giusto un episodio, tanto per dimostrare che anche tra runners i "fenomeni" non mancano. Intorno al 35^, mentre cammino a bordo strada vengo letteralmente preso dentro da uno che arriva da dietro, che non contento, mentre prosegue la sua corsa, comincia a urlarmi che devo stare attento ed essendo di intralcio (?) dovrei camminare sul marciapiede.
Senza parole !!!!!

5 commenti:

  1. Avevi finito la benzina...
    Di deficenti non ci devi far caso : ne son piene ormai pure le gare....

    RispondiElimina
  2. già, le tdc sono un movimento trasversale... bravo nino, bella gara nonostante tutto!

    RispondiElimina
  3. Questa si che è una bella medaglia! ;)

    RispondiElimina
  4. Bella nino congratulazioni. La prossima volta a quel minchione mettigli la scivolina sotto le scarpe....

    RispondiElimina
  5. grazie.
    e come diceva un mio amico "il mondo è bello perchè avariato", quantomeno in casi come questo

    RispondiElimina