lunedì, giugno 28, 2010

6^ corsa d'estate


Nata qualche anno fa per ricordare uno sfortunato runner, venuto improvvisamente a mancare nel Gennaio del 2004, quella che è andata in scena ieri, tra i sentieri del parco di Legnano e le campagne circostanti, è la classica tapasciata senza nè vinti e nè vincitori e con un ristoro finale a base di anguria che, nonostante le valide alternative in calendario, ha comunque richiamato più di duecento runners, pronti a "sfidarsi" su un percorso che per molti è il campo di allenamento di tutti i giorni.
Giro da 6 chilometri, molto elastici, da ripetersi due volte. Questo almeno nelle intenzioni. In realtà il secondo viene privato di un ulteriore passaggio nel parco, riducendo così la distanza totale a soli nove chilometri e mezzo. Ma forse avere corso, nonostante la partenza saggiamente posta alle 8.30, sotto una cappa d'afa davvero opprimente ha fatto sì che, alla fine, nessuno avesse il coraggio di lamentarsi per i chilometri mancanti. Anzi.
E io ? 42' e 06". Primo giro a 4' e 26" e secondo a 4' e 25".
Ci si accontenta.

6 commenti:

  1. Con questo caldo, se accorciano il percorso corro ad abbracciarli!! Bravo, a settembre sarà un'altra storia

    RispondiElimina
  2. Ottima gara, se il secondo giro è più veloce del primo!

    RispondiElimina
  3. mi vergogno a dirlo ma ero quasi intenzionato a fermarmi al primo giro di boa. troopo umido per i miei gusti.

    RispondiElimina
  4. Non ho capito se hanno accoraciato il percorso durante la gara o era già stato deciso in partenza. Se nessuno si è lamentato significa che aceva davvero caldo. Anzi ne sono certo visto he ho corso anche io alla stessa ora :-)

    RispondiElimina
  5. mi sa poco prima della partenza.
    ma va bene cosi.

    RispondiElimina
  6. grande nino , col caldo va bene qualche km in meno . e poi hai fatto meglio la seconda parte ............bravo

    RispondiElimina