sabato, agosto 21, 2010

Toccata e fuga


Non è facile considerare l'argomento "mare" chiuso già a luglio. Ma ormai questa è, da anni, una piacevole abitudine.
Potersi godere, in Agosto, qualche settimana di tranquillità e, soprattutto, di strade praticamente deserte in una Milano svuotata da chi, non potendo scegliere periodi diversi, lascia la città per le tanto agognate vacanze. Ma due settimane di chiusura da passare a casa sono davvero troppo, anche per me. E allora, dopo Ferragosto, cosa c'è di meglio che riempire il trolley con l'essenziale e passare, nuovamente, qualche giorno sulla riviera romagnola ? Giusto per riassaporare il gusto del "dolce far niente" (... però al mare) prima di riprendere la solita routine. E che gusto correre sul lungomare con un clima ben diverso da quello trovato in luglio. Una sola uscita ma di "categoria" poco meno di 20km (19,90) in un'ora e ventinove. Se il buon giorno si vede dal mattino.......

5 commenti:

  1. certo che tra il deserto cittadino e la calca ferragostana è un bel dilemma... almeno si può correre ovunque: bell'inizio!

    RispondiElimina
  2. Nun sta' a senti' er balordo qui de sopra Nino : ^_^

    il signorino, il mare, lo vede tutti i giorni...!!!

    RispondiElimina
  3. Anch'io sono anni che "vacanzizzo" a Luglio, diciamo da quando ho i bambini.
    Agosto in città me lo devo inventare.....e non è facile: fortuna che la corsa non richiede particolari organizzazioni!!

    RispondiElimina
  4. per quest'anno non cambiare
    stessa spiaggia stesso mare..
    per poterti
    rivedere...
    con le scarpe che sudacchi
    in riva al mar...
    E VAI!!

    RispondiElimina