lunedì, ottobre 25, 2010

Running in Venice

25 venicemarathon
Tre ore, sette minuti e rotti per portare a termine la tredicesima maratona in sette anni. Lontano dalle ambizioni della vigilia ma, una volta metabolizzata la delusione, comunque soddisfatto per essere sceso, dopo un bel po', nuovamente sotto i 190 minuti. Eppure le premesse per ben figurare c'erano tutte. Lunghi già a partire da agosto, ripetute corte, ripetute lunghe, nuovo personale sulla mezza abbassato di quasi due minuti, il lunghissimo da 36 senza particolari problemi a soli sette giorni da Monza, la DJTen sotto i 38'. Niente. 25 venicemarathonAnche stavolta, il sogno, è svanito sul ponte della Libertà. Pazienza. La maratona non regala niente. Evidentemente devo migliorare ancora un po' nella qualità della preparazione. O forse devo semplicemente puntare ad un obiettivo un po' meno ambizioso.Intanto torno a casa con il ricordo di due fantastici giorni passati in laguna. Con il sabato dedicato a girare per le calli e la scoperta di fantastici scorci che, limitandomi a viaggiare in vaporetto, non avrei mai avuto la possibilità di vedere. Con l'appuntamento della mattina dove, oltre ad aver rivisto i "blogtrotters" conosciuti nella precedente trasferta romana, ho avuto il piacere di conoscerne di nuovi e poter finalmente associare dei volti ad  "anonimi" nickname.
25 venicemarathon E poi il piacere di poter correre in mezzo ad un pubblico festante ai bordi della strada ad incitare tutti e settemila runner impegnati nella loro fatica devo dire che, come recita una famosa pubblicità, non ha prezzo.
Se accadesse da noi si griderebbe indubbiamente al miracolo.

24 commenti:

  1. Nino, già concludere una maratona è di perse un bel risultato, e poi 3.07 guarda che è un tempo di tutto rispetto! complimenti!!

    RispondiElimina
  2. Nino, hai fatto un'ottima gara... credo che per migliorare ulteriormente(e puoi farlo) devi partire da questo dato e non da quello della delusione.

    RispondiElimina
  3. Peccato che non sei soddisfatto del tempo finale, nonostante le premesse della preparazione; è comunque un tempo degno di rispetto. Bravo, complimenti.

    RispondiElimina
  4. Complimenti Nino, vedo già settato il countdown per la mara di Roma dove son certo riprenderai il discorso, superandolo alla grande!

    RispondiElimina
  5. secondo me è la seconda ipotesi, non pensare troppo all'obbiettivo e il personale arriverà.
    cmq bravo!

    RispondiElimina
  6. ho iniziato a seguire da poco il tuo blog...quale era il tuo obiettivo?

    RispondiElimina
  7. E' normale un pò di delusione quando si è lì vicini all'obbiettivo ma non si riesce a raggiungerlo. Anche l'attenzione ai particolari è importante quando sei così vicino: alimentazione, preparazione, tattica ecc. possono fare quella piccola differenza che ti manca. Io però non punterei a Venezia per tentare il PB perchè ha la parte più dura alla fine.

    RispondiElimina
  8. forse non era la gara giusta, con quei ponti.... ci riproverai a RM, magari assaporando un'amatriciana la sera prima!

    RispondiElimina
  9. ciao Nino, è stato un piacere incontrarti. Da quanto mi dicevi alla partenza non è andata poi così male! Considerando l'aspetto "turismo", non dovresti essere deluso da un risultato del genere.
    Forza nino!

    RispondiElimina
  10. Grande, complimenti davvero! Venezia ieri (l'ho purtroppo solo vista in tv) era magica!

    RispondiElimina
  11. Complimenti 3.07. è un gran bel tempo, forse una giornata storta.

    RispondiElimina
  12. Ciao Nino finalmente ci siamo conosciuti!! Mi dispiace che tu non sia soddisfatto del tempo e ti capisco benissimo. Anch'io volevo stare sotto le 4 ore e ci sono riuscito a metà perchè è vero che conta il real time ma io sognavo da giorni a passare sotto il tabellone dell'arivo con le braccia alzate e con sopra un 3. Ma niente. Va beh pazienza. A proposito non è che il tuo risultato sia stato causato dalla cena della sera prima nel ristorante che ti ho consigliato io?

    RispondiElimina
  13. Nino,l'amarezza del momento svanirà e ti rimarranno i ricordi positivi di questa maratona...

    RispondiElimina
  14. 3 ore e 7 rimane un gran tempo.
    Se un qualcosa di storto lo si deve trovare forse la variante "turistica" del giorno precedente la gara, che forse un po' di energie le toglie.
    Meglio un "turismo" defaticante il giorno dopo!
    Avanti con la prossima!
    Stefano

    RispondiElimina
  15. Dai che il tuo obiettivo si avvicina. Hai fatto una gara fantastica. La prossima volta, sulla base di questa esperienza, andrà meglio!! Ci vediamo a Roma 2011?

    RispondiElimina
  16. A Nì, Venezia è tosta, ma questo lo sai!
    Un vero piacere e onore essere stato allo start con te! ;)

    RispondiElimina
  17. Nino ti faccio i complimenti. E' un ottimo tempo e Venezia non è Milano.
    Complimenti ancora.

    RispondiElimina
  18. @antherun: grazie

    @rb: grazie. di sicuro non mollo. tempo di ripigliarmi e si riparte con la prossima

    @daniele: grazie.

    @fatdaddy: il contdown è già settato e io quasi pronto per la nuova avventura

    @tosto: non so forse hai ragione, però mi piace pensare che sia solo una questione di allenamento.

    @maurob2b: il mio pb è 3h 3' e rotti. far comparire il 2 come prima cifra non sarebbe male

    @kayakrunner: di sicuro venezia non è il percorso più adatto. ma a parte milano non ne ho mai corso una con un percorso facile. tocca adattarsi.

    @yogi: solo amatriciana? e il resto ?

    @paolo: il piacere è stato anche il mio.
    alla fine comunque nel complesso contento di quello che ho portato a casa.

    @ciro: grazie. una gara fantastica. il passaggio in piazza ferretto tra due ali di folla mi ha colpito tantissimo.

    @fancoscr: grazie

    @michele: grazie e grazie ancora per le dritte "culinarie".

    @simone&anita: già svanita, da questo punto di vista non ci sono pericoli.

    @web: la variante turistaca incide. lo so ma non mi piace l'idea di passare il giorno prima a riposare in albergo. che senso avrebbe.

    @marco: se tutto va bene ci si vede a marzo

    @master: grande. è stato un piacere anche per me.

    @luca: grazie

    RispondiElimina
  19. che dire: 13 maratone in 7 anni dicono quasi tutto, se poi si leggono i risultati si ottengono tutte le risposte!!! Sei forte Nino, gioscine e basta!!!

    RispondiElimina
  20. Non ci posso credere che non sei contento del tuo tempo. Venezia lo sanno tutti non è veloce come Maratona! Dai che sei stato bravissimo!

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. il calo del finale è una cosa comune a molti, spesse volte è accaduto anche a me pur credendo di essermi allenato al meglio. la maratona è sempre una brutta bestia per quello ci piace tanto, penso solo che si tratti di insistere con i lunghi e quando credi di averne fatti a sufficienza, fanne ancora un altro, sono convinto che servirà. in ogni caso ti meriti i complimenti perchè il 3h07' è un ottimo tempo!

    RispondiElimina
  23. @luca: al momento, dopo mesi di preparazione, l'amaro in bocca ti rimane, ma una volta metabolizzato, sono comunque contento del mio tempo

    @andrea: eppure stavolta ne ho fatti come non mai
    forse ne serve qualcuno in più

    RispondiElimina
  24. Ciao Nino, dopo tanti tuoi commenti, finalmente scrivo io sul tuo blog. ondivido quello che gli amici bloggers hanno già scritto. Sei un grande. Il tuo è un tempone! Ci incontreremo a Roma!

    RispondiElimina