lunedì, dicembre 27, 2010

Pausa

Tre giorni senza correre, le gambe sotto al tavolo e "zero" rimorsi. Ma passate le feste tocca ricominciare con le buone abitudini. Ventun chilometri giusto per riprendere il filo del discorso.
E dopo tutta la pioggia dei giorni scorsi, l'idea di poter correre con il sole rende quasi insignificante persino quel piccolo particolare tipico dei mesi invernali: il freddo.
Ed è correndo che ho potuto apprezzare al meglio come si sono ridotte le nostre strade dopo tutti questi giorni di pioggia. Miriadi di buche, o forse in questo caso sarebbe più indicato voragini, che costringono gli automobilisti ad improbabili percorsi ad ostacoli per evitare di danneggiare pneumatici, cerchi e semiassi.
Ovviamente nel caso si riesca a vederle per tempo.

7 commenti:

  1. Quste feste ho effettuate delle ripetute al tavolino molto deleterie ma sto cercando di recuperare perchè qualche rimorso io lo sento.
    Preferivo la pioggia al freddo,qusti continui cambi di temperatura mi condizionano enormemente.

    RispondiElimina
  2. Quest'anno il freddo è davvero pesante, lo scorso anno era stato lievemente più dolce..dai, forza e coraggio che tra un paio di mesi riprenderemo a "vedere la luce" :-D
    Ciaooooo

    RispondiElimina
  3. un post che potrei aver scritto io, tranne che per i 21km... ;)

    RispondiElimina
  4. se non sono 21 almeno 15, 10 ? 5 ? non è che sei ancora con le gambe sotto al tavolo ??

    RispondiElimina
  5. Ellapeppa, dopo le pause cominci subito a darci dentro? ;)

    RispondiElimina
  6. Le tue gambe apprezzerano i 21km! Buon Anno!

    RispondiElimina
  7. Almeno di corsa le buche non daranno problemi. Dai che le giornate cominciano ad allungarsi!
    Buon anno !!

    RispondiElimina