mercoledì, luglio 06, 2011

A piedi

Era da molto tempo che non mi capitava di rimanere "a piedi" a chilometri da casa.
Caldo, umidità e forse anche un po' di stanchezza per i quindici chilometri della sera prima hanno avuto la meglio. È stato più forte di me. Ho cercato di resistere ma alla fine è toccato alzare bandiera bianca.
Oggi giornata di riposo, ma domani si replica.
Serata ripetute, almeno nelle intenzioni.

12 commenti:

  1. saggiamente direi, il clima è avversario troppo ostico da sfidare....

    RispondiElimina
  2. La giornata storta capita a tutti
    RB ke non riesce a linkarsi

    RispondiElimina
  3. @marco: il clima: avversario imbattibile
    @giancarlo: se continua con 'sta afa mi sa che è un attimo replicare

    RispondiElimina
  4. ma nel senso che sei uscito ad allenarti e a tot km da casa ti sei dovuto fermare?

    RispondiElimina
  5. Che poi per noi rimanere a piedi vuol dire comunque tornare a casa con le proprie gambe... ;)

    RispondiElimina
  6. @insane: pronto per domenica ???? ti aspetta un'altra impresa. ricordo bene ?

    RispondiElimina
  7. aH, COME stai ora? come sei tornato a casa?ciao.

    RispondiElimina
  8. capita! e quando capita ci si sente così sconfitti... però con caldi estivi è da mettere in conto. Come va ora?

    RispondiElimina
  9. mi sembra un situazione comune a molti di noi runners in questo periodo meglio accettare anche il cammino
    siamo esseri umani ricordiamocelo!!!!

    RispondiElimina
  10. @ciro, agnese: bene ogni tanto una rilassante passeggiata non guasta.

    RispondiElimina
  11. @grinta: non possiamofare altrimenti.

    RispondiElimina