venerdì, settembre 16, 2011

Testa o gambe ?

Quanto può incidere la testa durante gli allenamenti? Ancora non so darmi una risposta. O forse, più semplicemente, non me la voglio dare.
Serata ripetute, un 6x1000 a Rm -5% e recupero a RM +5%, nonostante la stanchezza e una mezza da correre domenica.
Sole già basso sull'orizzonte e umido quanto basta. Voglia non molta ma le gambe sembrano girare.
Riscaldamento di un paio di chilometri e via con il supplizio.
Bastano pochi minuti per capire che portarne a casa 5 sarebbe già un successo, essere riuscito poi, ad arrivare a quattro, lo si può considerare un piccolo miracolo.
Stessa situazione di settimana scorsa.
In programma un 3x3000 e alla fine della seconda serie decido di porre fine ad un'inutile sofferenza.
Passano 24 ore e, nella gara di casa, di chilometri ne corro sette e mezzo a 3' e 47".
A questo punto per domenica nessun programma.
Chissà che, per qualche "alchimia", non riesca a ripetermi.

8 commenti:

  1. Conosco gente che in allenamento da tanto e poi in gara si sgonfia...
    Conosco altri che fanno il contrario...
    In genere gli allenamenti non devono essere massacranti, quando si avvicina una gara : c'e' la supercompensazione, un regalo che il fisico ti fa se lavori per bene.
    E' per questo che e' piu' importante la testa delle gambe in questo sport...
    Marco Bucci

    RispondiElimina
  2. Ciao Nino,io in allenamento non faccio mai i ritmi che poi terrò in gara eppure ci riesco...per capirci la mezza in 80' minuti vuol dire 3'47"/km di media ebbene io il medio lo faccio a 4'00" o poco sotto e al massimo per 16km...come te lo spieghi?
    nel tuo caso dovresti provare a correrle ad un ritmo leggermente più lento le ripetute e vedrai che porterai a casa il lavoro!
    ci vediamo domenica:)

    RispondiElimina
  3. io ho notato che diamo il meglio quando non abbiamo troppe aspettative, sarà un caso.....

    RispondiElimina
  4. Sei una macchina da guerra e non lo sai ...questo è il tuo problema.

    RispondiElimina
  5. la testa conta molto , a volte in allenamento non diamo il massimo ma col pettorale attaccato e' un altra storia...

    RispondiElimina
  6. Le fomose giornate si e giornate no, qui solo tu puoi mettere insieme i tasselli e capire se hai dormito bene la sera prima, se hai mangiato bene, se faceva caldo o era troppo umido.....
    Il fatto è che manco ce devi pensà troppo sennò è anche peggio!
    Cori Nino cori!!!

    RispondiElimina
  7. Direi che la testa è sempre tutto. La capacità di soffrire che ti da l'umore positivo è quello che ti consente poi di aumentare i ritmi...

    RispondiElimina
  8. Ti capisco o se ti capisco.. io sono 4 mesi ormai che mi preparo per Venezia e non ho mai corso meno di 4 volte a settimana. Un amico con cui corro si allena una volta a settimana ed ad agosto ha mangiato e basta. Domenica nel lungo al 31km non si è notata la differenza.. mal comune mwzzo gaudio?

    Luca (un passo dopo l'altro)

    RispondiElimina