martedì, settembre 25, 2012

Innovation Running

Avere la possibilità di correre per le vie del centro del capoluogo lombardo è una di quelle rare occasioni che, nel limite del possibile, cerco sempre di sfruttare. E la prima edizione dell'Innovation Running è una di queste. Nata dalle "ceneri" della "The media running challenge" e organizzata dal Road Runners Club ha visto ai nastri di partenza settecento partecipanti (647 all'arrivo) per i dieci chilometri competitivi e piu di mille e duecento partecipanti per i sei chilometri e mezzo della "non agonistica" il tutto con un unico scopo: raccogliere fondi per la sezione milanese dell'AVIS. Cielo coperto, umido quanto basta (cioè troppo) e una volta sbrigata la pratica pettorale non resta che cambiarsi e imcominciare il riscaldamento per i viali del parco Sempione prima di posizionarsi sotto il gonfiabile in attesa dello start che arriva puntuale alle dieci. Con i chilometri che, in questo mese, viaggiano spediti verso quota trecento, con il passo che comincia ad avvicinarsi a quello desiderato, la oossibilità di partecipare a qualche bella gara dovrebbe essere il mezzo per avere i primi riscontri sull'attuale stato di preparazione. Scegliere di farlo 24 ore dopo aver portato a termine un lungo da trentadue chilometri, magari, potrebbe non essere la cosa più intelligente da fare. Primi metri da incubo, gambe imballate e un solo pensiero: "chi me lo ha fatto fare". Sensazioni però non confermate da quanto visualizzato dal display del Garmin:
quattro e quindici al primo, quattro e quattro davanti al Castello, quattro e sedici alla Triennale. Corso Sempione,Via Massena, la vecchia Fiera. I chilometri passano veloci e superato il giro di boa si può anche pensare di cominciare a spingere sull'acceleratore. Piazza Damiano Chiesa, di nuovo in Corso Sempione per quasi tutta la sua lunghezza, Via Francesco Melzi e finalmente l'Arena Civica. Ingresso dalla porta Trionfale e ultimi trecento metri di pista da fare senza troppi calcoli concludendo appena sopra i quarantun minuti. Buona anche la terza.

11 commenti:

  1. una bella gara dopo un'allenamento lungo non è samplice da fare.....
    la gorma cresce cresce cresce ;)

    RispondiElimina
  2. azzo!!! me la sono proprio persa...non ne sapevo nulla! :-(

    RispondiElimina
  3. Un po alla volta stai tornando in forma.
    Certo che quando si muovono a Milano fanno bei numeri!

    RispondiElimina
  4. non c'è che dire: su 10km dopo un lungo di 32 si è disposti a soffrire più facilmente, sempre!
    ps:
    anche se il dubbio "ma chi me lo ha fatto fare" è d'obbligo!!!

    RispondiElimina
  5. un grande week end , complimenti

    RispondiElimina
  6. dopo il lungo di sabato, grande prestazione!!! Io dopo l'allenamento in pista son schiattato al 4° e ho fatto uscire un 44 (minuti) sulla ruota di Milano :)

    RispondiElimina
  7. non c'è due senza tre, adesso però basta è

    RispondiElimina
  8. Buona davvero. Confermo anche io, dopo un lungo è tutto grasso che cola.

    RispondiElimina
  9. Continuo a puntare sul tuo under 3h ...non continuare a farmi perdere soldi

    RispondiElimina
  10. @kaiale:
    mai sofferto tanto al primo km come questa volta
    @MauroB2R: ti saresti divertito. un bel percorso
    @Tosto: piano piano.
    @Mauro Battello: mai come questa volta un dubbio più che sacrosanto
    @lello: grazie
    @omar: non conosco i tuoi tempi ma ti capisco con un altro allenamento sulle gambe non è facile
    @Master Runners: va bene... alemeno per 'sto mese
    @Drugo: grazie.
    @GIAN CARLO: ti ringrazio per la fiducia. ma cosi difficilmente diventerai ricco.

    RispondiElimina
  11. Veramente una bella performance.
    Ormai è difficile trovare un percorso di gara che preveda le vie del centro. Quanto capitano a Roma non me le faccio mai scappare. Beh forse è meglio parlare al passato: non me le facevo mai scappare.

    RispondiElimina