martedì, settembre 18, 2012

Tutto sommato.....

Come da tradizione, siamo ormai alla nona edizione, la prima domenica dopo il Gran Premio d'Italia di Formula Uno è di scena la Mezza di Monza. Ventunchilometrienovantasettemetri suddivisi tra pista e parco. Sveglia, colazione e alle sette già in macchina per cercare di evitare la solita coda al semaforo, quello della Villa Reale, con il rosso più lungo d'Italia. Prima delle otto a destinazione, imbarazzo della scelta per il parcheggio e una volta ritirato il pettorale e indossato gli abiti da "lavoro" un sacco di tempo libero a disposizione. Riscaldamento e all'apertura della pista in coda direzione gabbia di appartenenza, l'ultima. Logica conseguenza di una "piccola" disattenzione nel compilare il modulo d'iscrizione: il personale sulla distanza. Nove e trentuno lo start e una cinquantina di secondi dopo anche la mia gara può cominciare. Senza troppi patemi, grazie alla larghezza della pista, riesco ad impostare subito il ritmo desiderato. Prima variante, curva di Biassono, variante della  roggia, prima e seconda di Lesmo i chilometri passano e il mio procedere è un continuo recuperare posizioni. Curva del Serraglio, variante Ascari e a metà della parabolica si abbandona la pista per affrontare i due sottopassi che ci portano a correre per i viali di uno dei parchi recintati più grandi d'Europa. I chilometri si susseguono, le posizioni recuperate si fanno meno frequenti, qualche sorpasso subito e nella mente un pensiero fisso: quando toccherà pagare dazio per la gara del venerdì. E la risposta non tarda a venire: quattordicesimo , forse il chilometro più duro dove qualche piccolo "strappo" non può che lasciare il segno. Ancora in sofferenza al quindicesimo prima del provvidenziale terzo ristoro dove qualche sorso di integratore diventa "benzina" preziosissima per gli ultimi chilometri. Sottopasso della sopraelevata sud, sottopasso del rettilineo dietro al paddock e di nuovo in pista a metà della parabolica prima dell'interminabile rettilineo da "spararsi" senza troppi calcoli.Under 87'. Tutto sommato.....
.... buona anche la seconda.

12 commenti:

  1. Molto buona direi. Un under '90 con tanto margine è sempre un bel risultato.

    RispondiElimina
  2. direi mooooolto buona!! peccato non esserci trovati!!! :-/
    quel km lo patiscono un pò tutti....l'avrò fatto migliaia di volte in vita mia ma, non chiedermi perchè, mi uccide sempre...

    RispondiElimina
  3. bel granpremio dai, la stagione promette bene.....

    RispondiElimina
  4. Certo che 1.26 e rotti a poche ore da una gara di 7 km tirata è un risultato che fa ben sperare.
    Bravo.

    RispondiElimina
  5. hai corso un ottima gara.....peccato non esserci trovati

    RispondiElimina
  6. bene....ottima gara, grande allenamento...altre settimana portata a termine ;)

    RispondiElimina
  7. @drugo: si ma che fatica!
    @mauro: ho guardato un po' in giro ma con 2800 persone.... 'sto 14° è bello tosto
    @marco: troppo bello correre in pista.
    @turco: ci speravo ma non ero sicuro di potermi permettere 'sta doppietta.
    @lello: sarà per la prossima
    @kaiale: altri km in cascina

    RispondiElimina
  8. azz sei andato da dio uomo,complimenti per l'87min

    RispondiElimina
  9. buona sì, te possino :D
    grande nino

    RispondiElimina
  10. Sotto a 90' va tutto bene.... (sobh)

    RispondiElimina
  11. Come si dice dalle nostre parti: un tempone! Congratulazioni

    RispondiElimina
  12. Bravissimooooo!!!!! Allora hai fatto bene a non venire a Bologna!!

    RispondiElimina