martedì, agosto 06, 2013

Stige



Tocca soffrire almeno per qualche altro giorno. Anche se ad essere sinceri questa volta non dovrei lamentarmi più di tanto. Perlomeno, sino a un paio di settimane fa, il clima non è stato poi così malaccio, caldo ma accettabile. In pratica, dopo tanti anni, un'estate normale. E, in queste condizioni, è stato facile anche seguire la "tabella" alla lettera. Ma con questo nuovo anticiclone africano (chissà chi gli trova i nomi) l'unica alternativa rimane la mattina, o meglio l'alba.Quello che invece comincia a mancarmi è la voglia. Comincio ad essere stufo delle levataccie. Temo che presto una mano pesante abbatterà la sveglia al primo accenno di suono e allora un "arrivederci e grazie" anche ai buoni propositi. Io cerco di "resistere". Ma se proprio deve accadere, pazienza. C'è sempre una valida alternativa; la piscina comunale aperta sino alle 20.
Sarà forse colpa del primo 4x500 in vasca olimpica ?????.

8 commenti:

  1. Eh, lo so, il calo di motivazione è la cosa più difficile da combattere. Io, spesso, lo combatto con questo: https://www.youtube.com/watch?v=EJI2gjMdRVo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi quando nel tuo ultimo post scrivi "il 29 Settembre si corre a Berlino e l'intento è di migliorare di un bel po' il 2h e 55' di Treviso" intendevi entrare nella storia ???

      Elimina
  2. Mah, ti dirò che fin'ora mi sono trovato bene ad llenarmi alle 18:30/19:00. Alla fin fine le gare sono anche prima...

    RispondiElimina
  3. Mah, il caldo è insopportabile, o meglio lo è l'afa, ma se non devi fare dei lavori duri puoi uscire anche nei momenti meno consigliati. Io finchè corro a lento anche correre alle 5 5.30 del pomeriggio non ho problemi. Alle fontane mi bagno polsi e cappello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema sono proprio i lavori. Il countdown ormai è a due cifre. Finirà anche quest'anno e a gennaio sto caldo lo rimpiangeremo

      Elimina