mercoledì, dicembre 18, 2013

adidas Smart Run

adidas Smart RunLa famiglia miCoach, una suite di dispositivi e software applicativi dedicati, si arricchisce dello SMART RUN che ridefinisce il concetto di orologio da running. Un mix intuitivo a avanzato di coaching e analisi delle prestazioni. Rilevamento della frequenza cardiaca dal polso, tracking GPS, Bluetooth 4.0, lettore musicale wireless, WLAN e schermo touchscreen a colori. Presentato al pubblico ai primi di Novembre viene venduto ad un prezzo di listino di €399,00.  
E grazie ad adidas anche a me è stata data la possibilità di testare le potenzialità di questo strumento rilevandone "pregi&difetti"



Caratteristiche
  • Coaching cardio in tempo reale con i piani di allenamento miCoach 
  • Schermate di allenamento personalizzabili
  • Schermo touchscreen a colori 
  • Riepilogo dell'allenamento 
  • Funzionalità di orologio e timer
  • 4GB di memoria per dati e musica 
  • Coaching disponibile tramite messaggi visivi 
  • Coaching audio e ascolto musica tramite auricolari wireless venduti separatamente
  • Sensore frequenza cardiaca integrato 
  • Tracking di velocità, distanza, cadenza e percorso basato sul GPS 
  • Interazione utente con un solo pulsante 
  • Sincronizzazione e aggiornamenti automatici tramite rete WI-FI 

adidas Smart Run Confezione

La confezione contiene lo smart run, il cavo USB per collegarlo all'alimentazione e il manuale d'utente



Operazioni preliminari
  • "Creazione utente" sul portale miCoach. Operazione necessaria per sincronizzare i dati registrati dallo strumento e per creare i piani di allenamento personalizzati.
  • Impostare tipologia e quantità di dati da visualizzare sul display alla pagina setting del portale
All'accensione
  • Impostazione credenziali di accessi al portale miCoach 
  • Impostazione credenziali di accesso alla proprio rete WIFI
  • Lingua, data/ora, unità di misura, profilo utente (peso, altezza, sesso, età) 
  • Aggiornamento software (consigliato) 
  • Sincronizzazione (nel caso sul portale siano già presenti statistiche precedenti e piani di allenamento)
Uso
La navigazione tra le varie "pagine" dello smart run è semplice e intuitiva
  • Nella prima sono presenti le funzionalità di orologio, cronometro e countdown
  • La seconda pagina è dedicata agli allenamenti: 
    • libero 
        • tipo di sport (corsa,camminata,ciclismo,sci nordico, altro) 
        • giri automatici (si/no, distanza) 
        • GPS (si/no) 
        • Sensore FC (si/no)
    •  intervalli 
        • selezione zona 
        • riposo 
        • riscaldamento/defaticamento 
        • ripetizioni 
    • registro 
        • storico
        • statistiche complete 
        • tabelle 
  • La terza pagina è dedicata al lettore mp3 bluetooth 
  • Nella quarta pagina invece troviamo tutto quello che è inerente alle impostazioni e un utile indicatore del livello della batteria 
adidas Smart RunA questo punto è sufficiente scegliere il tipo di allenamento da seguire, attendere che il sensore FC e il GPS si aggancino e cominciare a correre. Al resto pensa lo Smart Run.

Cinque uscite e un'ottantina di chilometri per arrivare a queste conclusioni

Pro:
  • Semplice e intuitivo 
  • Display luminoso 
  • Touch screen preciso 
  • Display luminoso con caratteri ben definiti
  • Assenza fascia toracica per la rilevazione della FC che viene monitorata tramite un sensore ottico
  • Passo/km che assume il colore della zona di FC monitorata 
  • Rilevazione FC in linea con i valori ottenuti con altri cardiofrequenzimetri 
  • Aggancio satelliti accettabile 
  • lettore mp3 
  • auricolari wireless bluetooh
Contro:
  • Prezzo 
  • Durata batteria 
  • Impossibilità di gestione dei dati off-line 
  • Impossibilità di sincronizzare i dati attraverso il pc collegato in rete 
  • Traccia GPS (con tutti i limiti del sistema GPS) migliorabile
  • Non è “water-proof”
Volendo poi "fare le pulci" al team che lavora a questo progetto mi permetto di suggerire alcune cose che dal mio punto di vista sarebbero utili a migliorare il prodotto.
    adidas Smart Run
  • possibilità di creare sul portale allenamenti basati su ritmo e distanza: attualmente si possono creare solo allenamenti basati sulla frequenza 
  • memorizzazione password rete wi-fi 
  • permettere lo start dell'allenamento con il tasto on/off: d'inverno i guanti non sono compatibili con il touch screen 
  • permettere l'inizio dell'allenamento anche a satelliti non agganciati: d'inverno l'attesa non è piacevole 
  • permettere la visualizzazione del passo medio e/o passo medio al giro: il passo visualizzato è solamente quello istantaneo
  • ingrandire i caratteri della porzione di display quando i campi dati visualizzati sono più di due 
  • ingrandire i caratteri visualizzati dei dati LAP 
  • possibilita di esportare le tracce gps 
Impressioni:
Una volta acceso ci si mette davvero poco a capire come muoversi tra i vari menù. L'interfaccia, basata su Android 4.1.1 (Jelly Bean) è ben fatta e il touch screen risponde davvero bene. Pochi dati da inserire e si è pronti per correre. I materiali utilizzati sono di ottima fattura e una volta allacciato il morbido cinturino in silicone, nonostante i suoi 81gr, ci si dimentica presto di averlo al polso. Il display con la luminosità in modalità automatica si legge bene anche nelle uscite serali ed è un piacere, per me che sono da un po' negli "anta", riuscire a distinguere i numeri (almeno quelli del campo principale) anche con avverse condizioni di luce. E poi correre senza doversi preoccupare di assestare in continuazione la fascia toratica per la frequenza cardiaca è una liberazione. Andrebbe acquistato solo per quello.

Conclusioni
Lo Smart Run ha le potenzialità per entrare a pieno titolo tra gli accessori "cult" dedicati al mondo del running. E anche vero però che è un prodotto giovane ma, se il team adidas raccoglierà tutti i suggerimenti dei vari utenti, sono convinto che potrà ritagliarsi il giusto consenso in un mercato in costante crescita.

2 commenti: