sabato, febbraio 14, 2015

#Cityrunners, e due

Secondo appuntamento al campo XXV Aprile preceduto, nell'attiguo palabadminton, da una simpatica chiaccherata con Annalisa Minetti, cantante e soprattutto atleta con la A maiuscola (suoi il record del mondo di categoria e la medaglia di bronzo alle paralimpiadi di Londra nei 1500) dove, nell'arco di una quarantina di minuti, ci ha raccontato del suo ingresso in questo mondo, di quanto lo sport sia diventato parte integrante della sua vita e delle sue aspirazioni (Rio 2016) dimostrando, se ancora ce ne fosse bisogno, di possedere una determinazione fuori dal comune. 
Rapido cambio d'abito e, sotto lo sguardo attento del coach, una ventina di minuti di riscaldamento prima di dedicarci al "lavoro" in programma da svolgere in pista: dodiciXduecento con recupero di duecento metri. 
Freddo, cielo plumbeo e Giove Pluvio intento a scaricare secchiate acqua e noi, con la pista a nostra totale disposizione, diligenti ad eseguire quanto richiesto. Davvero bello ritrovare ritmi che avevo dimenticato di potermi permettere. E correre senza provare nessun tipo di fastidio? Avevo dimenticato quanto potesse essere bello.
E se fosse davvero la volta buona ?

1 commento: