mercoledì, giugno 01, 2016

Maggio

Finalmente un mese che, sportivamente parlando, può essere archiviato con viva e vibrante soddisfazione.
Diciassette uscite, due gare e centosettantasette chilometri suddivisi tra parco e asfalto.
Per carità, niente di particolare e, in ogni caso, lontanissimo dalle solite medie mensili ma solo il fatto di poter dare una certa continuità alla mia corsa non può che rendermi felice. Qualche "seratona ripetute" (ma senza esagerare come numero di ripetizioni) e ogni tanto un po' di salite come potenziamento giusto per ritrovare il gusto della "fatica". 
Risolti i problemi ? Me lo auguro. 
Nel frattempo si continua con il metodo "Kezzenger". In pratica altri due mesi di "chilometri a caso" prima che il "dovere" (leggi maratona d'autunno) mi richiami all'ordine.
Tabella io non ti temo!! Ma per i prossimi sessanta giorni non ti voglio nemmeno sentire nominare.

2 commenti:

  1. io a maggio causa stato non ottimale ho fatto appena 80 km. però sto prendendo questa cosa come positiva. perché alla fine sono meno assillato dalla prestazione (che nel mio caso sarebbe sempre una cosa assai ridicola)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perche ridicola ? Ricorda che siamo tutti diversamente veloci

      Elimina