adidas Solar Glide 5, la recensione

La quinta versione della scarpa adidas di categoria massima armotizzazione

adidas Solar Glide 5, la recensione
Uscita nel corso di quest'anno, la nuova Solar Glide 5 è la scarpa neutra di categoria "massima ammortizzazione" completa e polivalente pensata per l'allenamento di tutti i giorni realizzata con materiali riciclati Primegreen .



La recensione:

Caratteristiche

Rinnovata nell'estetica ma soprattutto nella sostanza  la scarpa ha un peso di 335gr nella numerazione di riferimento (364gr nel 10US) e un drop di 10mm (26 mm nell'anteriore e 36 nella parte posteriore).

adidas Solar Glide 5, la recensione
Progettata con la nuova geometria Bubble ha il profilo con accentuata curvatura verso l’alto, sia anteriore che posteriore, ha la tomaia realizzata in mesh knit Primeblue traspirante parzialmente realizzata con un filato contenente almeno il 50% di Parley Ocean Plastic (ricavata dal riciclo della plastica raccolta in mare, su spiagge e litorali) e il resto in filato in poliestere riciclato. 

Tecnologia LEP 2.0 (Linear Energy Point) posizionato a sandwich fra i due strati dell’intersuola realizzati con le mescole Boost, quello inferiore, e EVA, quello superiore, con alette laterali che ottimizzano ed amplificano l'effetto propulsivo in fase di spinta.

Linguetta in mesh imbottita e traspirante , soletta Control interna rivestita in maglia Circular Knit sagomata e removibile, Colletto allungato ed imbottito per maggiore protezione al tendine d'Achille, conchiglia contenitiva più aderente rispetto al modello precedente e suola Continental™ Rubber per una maggior durata.

Prezzo

La scarpa viene venduta ad un prezzo di listino di €140,00 ma, come spesso accade, nei negozi specializzati e sul sito e-commerce di adidas, in periodi di promozioni o saldi,  la si può trovare a prezzi davvero interessanti.

Opinioni

Una volta indossate la prima cosa che si nota è che la calzata della Solar Glide 5 è meno fasciante di quella della versione che l'ha preceduta: la linguetta, abbandonato la soluzione dell'ancoraggio laterale all'intersuola presente nella 4, restituisce spazio che, in caso di utilizzo di plantari, non può che essere ben accetto. Morbida come tutti i modelli dotati di medesima mescola ha un'intersuola che, con il ritorno dello strato di EVA, pur mantenendo il medesimo drop, cresce in altezza di 4 mm e con un peso che alla fine risulta essere ulteriormente maggiorato. La scarpa ora è oggettivamente pesante (sembra di essere tornati ai tempi dell'intersuola interamente in EVA) ma alla prova dei fatti non dà questa impressione. 

adidas Solar Glide 5, la recensione
Sette uscite  e una novantina di chilometri in piena preparazione maratona con il menù che prevede tutto quello che in una tabella non può mancare e che risulta essere perfetto per testare le qualità di una scarpa pensata, a detta di chi l'ha progettata, per essere perfetta per "l’allenamento di tutti i giorni".

Ripetute da 400, da 1000, da 2000, salite e alcune uscite a ritmi decisamente blandi per cercare le risposte che confermino la bontà dell'acquisto: protettiva quando a ritmi lenti il tempo d'appoggio del piede sul terreno è maggiore e reattiva, grazie all'intersuola made in BASF, quando arriva il momento di spingere. 

Giudizio ? Per quel che mi riguarda non può che essere positivo. Sono comode e hanno tutte le caratteristiche per essere davvero le scarpe buone per ogni occasione, gare comprese. 

A me piacciono molto e se, come dicono, il buon giorno si vede dal mattino credo proprio che la Solar Glide 5 sarà la scarpa che mi accompagnerà nella 42 autunnale.

0 Comments:

Posta un commento