Sabato 1° luglio si accende la Primiero Dolomiti Marathon in Trentino 

L’antica Via Nova interesserà il passaggio dei mitici 4 percorsi 
Disponibili i pacchetti soggiorno a prezzi esclusivi Iscrizioni agevolate fino al 31 maggio. 
Già in mille all’8.a edizione

L’ARMONIA DELLA MARATHON DOLOMITICA. PASSAGGI STORICI AL TRAIL RUNNING
Manca poco più di un mese all’8.a Primiero Dolomiti Marathon, il trail running in grado di regalare un’esperienza concreta a chi è interessato a scoprire sabato 1° luglio l’intero territorio della Valle di Primiero. Incuriosiscono le montagne, i boschi, la natura e soprattutto la varietà dei percorsi, alla portata di tutti, con dislivelli e chilometraggi adatti a qualsiasi tipo di preparazione.

Camminare equivale ad ammirare i paesaggi, esplorare sentieri in maniera diversa cogliendone i dettagli spesso invisibili a chi corre troppo veloce. Al Family Trail, il percorso più breve della Primiero Dolomiti Marathon, lungo 6,5 km con partenza a Fiera di Primiero, ci sarà tutto il tempo per andare all’avventura senza l’affanno del cronometro. 

Si tratta di un mini-trail running con un dislivello ridotto, ma che porterà subito i partecipanti in quota verso le splendide località delle Guastaie, dei Tassoni e di Molaren, scendendo successivamente su un’antica strada chiamata Via Nova. “Nuova” soltanto di nome, poiché questa mulattiera risale al Cinquecento e veniva utilizzata un tempo per il trasporto dei minerali estratti dalle miniere di rame e di ferro del territorio. In passato l’estrazione dei minerali ha rappresentato una grande fonte di economia per la valle e la Via Nova è stata un punto cruciale per il collegamento tra i paesi del Primiero. 

Sabato 1° luglio la Via Nova interesserà anche il passaggio finale degli altri tre percorsi marchiati Primiero Dolomiti Marathon: il recentissimo Vanoi Trail di 16 km con partenza nell’abitato di Zortea in Valle del Vanoi, la 26 km che scatterà dalla perla alpina di San Martino di Castrozza e infine il percorso marathon da Villa Welsperg in Val Canali per concludersi dopo 42 km a Fiera di Primiero, location d’arrivo comune per i 4 fantastici percorsi.

Il comitato organizzatore US Primiero metterà in movimento famiglie, runners esperti e numerosi giovani. Sono già mille gli iscritti ad oggi, e fino al 31 maggio c’è da cogliere al volo l’opportunità di registrarsi ad un prezzo davvero agevolato.

Come ogni anno l’ApT San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi mette a disposizione dei pacchetti soggiorno esclusivi, con la tariffa promo scontata per l’iscrizione alla gara a partire da 101 Euro, validi dal 30 giugno al 2 luglio. Optando per una sistemazione in zona Primiero, in Val Canali o a San Martino di Castrozza si avrà diritto ovviamente anche a tutti i servizi inclusi nella quota d’iscrizione.

L’US Primiero lavora in contemporanea al prestigioso evento di Coppa del Mondo di corsa in montagna attesto a Fiera di Primiero il 30 settembre, le cui iscrizioni apriranno giovedì 1° giugno.

Bilancio più che positivo sotto tutti gli aspetti: nuovo record femminile nella mezza maratona, raccolti oltre 2.000 euro a favore della Caritas di Jesolo e donate oltre 220 paia di scarpe usate per i bisognosi

12^ Honda Jesolo Moonlight: una festa per 6.000 runners e migliaia di spettatori entusiasti. Arrivederci a sabato 25 maggio 2024!
Venezia, 23 maggio 2023 Venicemarathon, la Città di Jesolo Jesolo Tursimo archiviano con grande soddisfazione la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon-10K & Alì Family Run che si è corsa sabato scorso sul litorale veneziano, con lo sguardo però già al futuro e alla prossima edizione che gli organizzatori hanno messo in calendario sabato 25 maggio 2024.

A 48 ore dall’evento, si tirano le somme e il bilancio è più che positivo.  Il primato femminile nella mezza maratona di 1h10’52” della keniana Morine Michira Gesara, di 1 minuto più veloce rispetto al precedente, e il crono ottenuto da Shumay Mogos Solomon (1h02’39”) confermano la qualità del percorso e il buon livello tecnico della gara.
 
Nonostante il meteo incerto, 6.000 runners e appassionati, di cui moltissimi stranieri (30%), hanno dato vita a questa grande festa di running e colto l’occasione sportiva per passare un weekend a Jesolo, generando così un importante indotto promozionale ed economico per il territorio in apertura della stagione. I 2 milioni di euro di ricaduta economica calcolati nelle passate edizioni sono un obiettivo che dovrebbe essere facilmente riconfermato se non addirittura superato, e Venicemarathon sta già programmando una nuova ricerca a riguardo.

Ottimi risultati anche nel campo dalla solidarietà. La Alì Family Run, con i suoi 500 partecipanti, ha raccolto oltre 2.000 euro che saranno devoluti alla Caritas della parrocchia di San Giovanni Battista di Jesolo e che serviranno ad aiutare oltre 200 persone bisognose.
 
Successo quindi per l'Alì Family Run di Jesolo vissuta come una grande festa soprattutto per i più piccoli, che si sono scatenati lungo i tre chilometri di percorso e per molte famiglie con passeggini e cagnolini al seguito. Quella di Jesolo è stata la prima delle sette tappe di un circuito che durante il corso dell’anno coinvolgerà l’intera aerea metropolitana di Venezia e farà correre oltre 20.000 persone, sostenendo come sempre la campagna globale del Rotary International 'End Polio Now'.

Anche l’esperimento della raccolta scarpe usate promosso dall’associazione 'Vegan Power Team' è stato più che positivo. Sono state donate oltre 220 paia, molte delle quali anche da atleti stranieri, che verranno successivamente regalate a persone bisognose: un bel gesto di sostenibilità ambientale e di cultura del riciclo.

Ma sono i numeri della Honda Jesolo Moonlight Half Marathon che possono fornire la portata dell’evento: sono stati impiegati circa 500 volontari nei servizi in zona partenza e arrivo e lungo il percorso tra cui 40 agenti di Polizia Locale, una staffetta della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile di Jesolo, un imponente servizio sanitario coordinato dalla Croce Verde di Cavallino (4 ambulanze, 1 moto-medica, 1 postazione medica avanzata e 2 SAP) e 50 pacer del Venicemarathon Running Team.

Sono state distribuite circa 6.000 t-shirt tecniche Craft, 40.000 bottigliette di acqua San Benedetto6.000 bustine di sali minerali e 10.000 barrette ProAction12.000 lattine di birra Bavaria20.000 mini scrikki Morato Pane, 35.000 biscotti Palmisano, Sono stati distribuiti 6.000 kit ristoro brandizzati Alì e sono stati eseguiti oltre 1.000 massaggi dalla scuola professionale Diabasi.

E’ stata infine prodotta da Venicemarathon una seguitissima diretta televisiva integrale, trasmessa via Facebook, condotta da Paolo Mutton e dall’ex azzurro di maratona Migidio Bourifa e realizzata grazie alla collaborazione di Hot Spot srl, Evodata e Gac Service.

I prossimi eventi che vedranno impegnata Venicemarathon sono il 2^ Venice Lido Beach Trail in programma domenica 24 settembre al Lido di Venezia e la 37^ Wizz Air Venicemarathon del prossimo 22 ottobre.

Sono stati sponsor della manifestazione: Honda Italia, Craft, Compressport, Alì, Banco BPM, Pro Action, San Benedetto, Bavaria, Palmisano, 1/6H Sport, Morato, Diabasi, 3B Meteo, ATVO, ParkForFun, Lacomed Sport e i media partner Corriere dello Sport, Tuttosport, Radio Bellla & Monella e Radio PiterPan. Collabora all'evento anche la Confcommercio Ascom San Donà- Jesolo.

12° Deejay Ten Firenze
foto Giuseppe Cabras/New Press Photo
A distanza di due mesi eccomi pronto ad indossare nuovamente un pettorale. Lo confesso, questa volta me la sono prese comoda: ventotto giorni senza le mie A3 ma soprattutto senza sensi di colpa.

Ma le cose belle non durano e quindi, una volta rinsavito ho cercato di fare del mio meglio per arrivare in condizioni dignitose all'appuntamento su Lungarno della Zecca Vecchia dove da diversi anni è posizionato il gonfiabile della partenza.

8e50 il via dei maratonabili e alle nove è il nostro turno. Si torna protagonisti. Nuvolo,  umido quanto basta ma le previsioni promettono sole a breve. Niente a che vedere con il diluvio della mia ultima partecipazione pre-covid.

La posizione non è delle migliori ma non ci vuole molto ad impostare il passo. Nessuna vena agonistica. Stavolta ce la vogliamo prendere comoda lasciando decidere il ritmo da seguire a quello che nel gruppo potrebbe avere problemi di tenuta. Decide lui e noi ci adeguiamo stando attenti, come spesso accade,  a non farci prendere la mano costringendolo a correre impiccato.

12° Deejay Ten Firenze
Attraversiamo  l'Arno e iniziamo la salita che conduce al piazzale da cui godere uno dei panorami che da solo vale il prezzo del biglietto. Niente di veramente impegnativo ma che, considerato il clima, potrebbe lasciare il segno.

Si ride e si scherza e tra una battuta e l'altra non sembra nemmeno di faticare troppo. Il primo, complice il traffico,  a sei, il secondo un po' più lento  e, dopo aver goduto della vista della città dalla terrazza che la domina si comincia ad invertire il trend nonostante manchino ancora più di mille metri prima di poter scavallare e iniziare la altrettanto lunga discesa che ci riporta in città attraverso Porta Romana. Come diceva sempre la mia mamma "a scinniri tutti i santi aiutano" e anche il ritmo non può che trarne beneficio confermando una lenta ma costante progressione. 

Il più è fatto, ancora una ventina di minuti e,, con la dovuta attenzione al fondo
12° Deejay Ten Firenze - percorso
piuttosto sconnesso, possiamo archiviare la pratica. Pratica che con un po'' di ingiustificato ottimismo consideriamo già chiusa una volta  riattraversato il fiume su Ponte Santa Trinità poco prima del cartello degli 8. Perché è evidente che la si finisce, resta solo da capire in quanto. 

Tocca provare a spingere un po' sull'acceleratore. Ultimi mille metri. Il gonfiabile è lì, sempre più vicino ma, questa volta, niente volata della vita, vogliamo arrivare tutti assieme in parata. Bello poi scoprire di essere riusciti a farlo sotto i 55.

Ci voleva proprio una domenica mattina come questa..

Una corsa virtuale in favore della popolazione romagnola colpita da una terribile alluvione che ha devastato gran parte del territorio ravennate

Ora è il momento di ripartire, adesso c’è bisogno di tutti!

Un passo per Ravenna! È questa l’iniziativa pensata da Ravenna Runners Club per aiutare le zone del ravennate colpite dall’alluvione. Si tratta di una raccolta fondi che gli organizzatori della Maratona di Ravenna hanno pensato per sostenere le aree del ravennate che in questi giorni sono state colpite da una terribile alluvione che ha messo in ginocchio l’intera popolazione romagnola

Una corsa virtuale in cui potrai scegliere di fare un passo in favore della popolazione ravennate. Ne basta uno solo ma tu ne puoi fare quanti vuoi e dove vuoi perché la tua corsa aiuterà le zone del ravennate colpite dall’alluvione in questi giorni. Dal 22 maggio al 10 giugno potrai iscriverti e partecipare a questa importante raccolta fondi. Al termine della tua iscrizione riceverai un attestato della tua donazione. Il totale delle donazioni sarà interamente versato al Comune di Ravenna per aiutare le famiglie e le realtà in difficoltà a seguito dei terribili danni subiti. Ravenna, in questo momento, ha bisogno dell’aiuto di tutti, unisciti anche tu in questa corsa virtuale! 

“Abbiamo fatto questa raccolta fondi – dice Stefano Righini, Presidente di Ravenna Runners Club – perché la nostra città ci ha sempre dato tanto e ora ha bisogno di noi. Ci faremo trovare pronti, il poco o il tanto che riusciremo a raccogliere sarà comunque un aiuto in favore della città di Ravenna. In accordo con il Comune di Ravenna, verseremo il totale delle donazioni che serviranno per aiutare i cittadini e le attività che sono stati fortemente danneggiati da questo terribile evento naturale. Siamo consapevoli che anche lo sport debba attivarsi per aiutare nella ricostruzione. Noi abbiamo deciso di sensibilizzare il mondo del running che da sempre riconosce la bellezza della città di Ravenna e l'ospitalità della sua popolazione. 

Ora chiediamo loro di scendere in campo per aiutarla a poter tornare come era prima, e quindi, meravigliosa” Ecco il link per poter effettuare le donazioni: un_passo_per_Ravenna

La keniana firma il record della corsa 1h10’52” e l’eritreo si riconferma per la seconda volta dopo la vittoria del 2018, correndo in 1h02’39”

Terzo gradino del podio, a sorpresa, per l’italiano Ademe Cuneo che ha chiuso in 1h03’20”, a soli 13” dal suo personale

Tra la curiosità, in gara anche Piero Barone, il tenore italiano membro del trio musicale ‘Il Volo


L’eritreo Shumay Mogos Solomon e la keniana Morine Michira Gesara vincono la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon

Venezia, 21 maggio 2023 - La 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon incorona per la seconda volta l’eritreo Shumay Mogos Solomon, compagno di allenamento dell’azzurro Eyob Faniel, che si è imposto in 1h02’39”, precedendo di soli 9 secondi il keniano Isaac Too, secondo in 1h02’48”.

La gara è partita su ritmi piuttosto lenti, ma con continui strappi che hanno mandato in ‘tilt’ gran parte del gruppo di testa. La gara si è poi accesa attorno al 17° chilometro, quando è iniziato il vero testa a testa tra l’eritreo e il keniano, risoltosi solo negli ultimi 500 metri, quando Solomon ha piazzato l’allungo decisivo.
“Sono felice di essermi riconfermato qui a Jesolo e la gara mi è piaciuta molto. Speravo di abbassare il mio personale, ma sono comunque molto felice”- racconta al traguardo Mogos, compagno di allenamenti del primatista azzurro di maratona Eyob Faniel, durante i raduni ad Asmara (Eri).

L’eritreo Shumay Mogos Solomon e la keniana Morine Michira Gesara vincono la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon

Terzo posto, a sorpresa, per il 24enne italiano, di origini etiopi, Ademe Cuneo che ha chiuso in 1h03’20”, a soli 13” dal suo personale. “E’ la mia prima mezza maratona di stagione e sono davvero felice di questo podio. Peccato solo non aver fatto il personale, ma è stata una gara tatticamente difficile da leggere e da interpretare” – ha raccontato il portacolori dell’Atletica Casone Noceto.
 
Quarto posto per l’altro azzurro Abdoullah Bamoussa, mentre ritiro per Giuseppe Gerratana.

Record della corsa, invece, in campo femminile per mano della keniana Morine Michira Gesare che ha corso in 1h10’52”, abbassando di 1 minuto netto il precedente primato, che risaliva al 2013 e apparteneva alla keniana Hellen Jepkurgat. Alle sue spalle, staccata di una manciata di secondi, la ruandese Clementine Mukandanga, mentre terza, con un ritardo di oltre 3 minuti, è arrivata la burundiana Cavaline Nahimana.

La gara femminile, ben pilotata dalle lepri con un passaggio intermedio di 34’08”, è stata è più regolare rispetto a quella maschile con in testa, sin dall’inizio, la keniana e la ruandese che hanno corso assieme sino all’ultimo chilometro, quando la Jepkurgat ha allungato, scrollandosi di dosso la Mukandanga. Seconda vittoria di stagione, quindi, per Hellen Jepkurgat dopo quella di Piacenza dello scorso 7 maggio. 

L’eritreo Shumay Mogos Solomon e la keniana Morine Michira Gesara vincono la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon
“Sono davvero contenta di aver realizzato il nuovo primato della corsa e di aver vinto. Dedico questo podio al mio fidanzato Dennis” - questo il commento della Gesara al traguardo. La prima delle azzurre è stata Federica Sugamiele, quarta, in 1h14’39”.

Tra la curiosità, era in gara anche Piero Barone, il tenore italiano membro del trio musicale di grande successo ‘Il Volo’. Barone ha chiuso la sua prova in 1h45’45”.

I protagonisti della gara più breve di 9,350 metri sono stati il 19enne veneziano e mezzofondista dell'Assindustria Padova Thomas D'Este (29’15”) e la 21enne mestrina dell’ 'Aristide Coin' Diletta Moressa (33’09”), entrambi vincitori lo scorso ottobre anche della 10k abbinata alla Venicemarathon.

Bel gesto di fair play nella Alì Family Run, dove il 15enne Francesco Zamuner di Ivrea (accompagnatore del papà maratoneta) ha atteso l’arrivo del più giovane Giulio Coppe (9 anni, di Jesolo) per tagliare assieme il traguardo. Tra le donne, vittoria netta di Valentina Piaz (14 anni) di Belluno. Poco prima della partenza, la gara è andata sold out dei 500 pettorali messi a disposizione.

Molti gli amministrator locali in gara: il vicesindaco di Venezia Andrea Tomaello, al suo debutto in una 10K, ha corso in 1h03’24”; la presidente del Consiglio Comunale Ermelinda Damiano, sempre sulla 10k, 1h41’22’. Nella mezza maratona, il neo eletto sindaco di San Donà di Piave Alberto Teso ha corso in 1h42’50”.

In tutte e tre le gare è stata osservato il minuto di silenzio in memoria delle vittime delle alluvioni che hanno colpito l’Emilia Romagna. L’avvio della Family Run è stato salutato anche da don Gianni Fassina, dal presidente del Consiglio Comunale di Jesolo Lucas Pavanetto e dal presidente del Rotary Club di Jesolo Paolo Milan.

Il premio speciale Honda Auto Italia è stato consegnato a Giorgia Bocchetto, prima donna veneziana al traguardo nella mezza maratona.

E’ stata un’edizione davvero straordinaria sia per la qualità tecnica dei risultati che per la grande partecipazione: in tutte e tre le corse abbiamo assistito al sold out dei pettorali – commenta a caldo il presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva - Una serata straordinaria, che ci stimola a guardare al futuro con grande ottimismo, ma soprattutto a puntare a crescere ancora di più nei numeri, a livello tecnico, e a livello internazionale. A nome mio e di tutta Venicemarathon rivolgo un caloroso ringraziamento al Comune di Jesolo e a tutti i suoi uffici per la preziosissima collaborazione, a tutte le Forze dell’ordine coinvolte, alla Protezione Civile, alla Croce Verde e agli straordinari volontari. Nel 2024 la gara si disputerà sabato 25 maggio”.


Classifica maschile 21K
1.Shumay Mogos (Eri) 1h02’39”
2. Isaac Too (Ken) 1h02’48”
3. Ademe Cuneo (Ita) 1h03’20”
4. Onesphore Nzikwinkunda (Bdi) 1h03’26”
5. Abdoullah Bamoussa (Ita) 1h05’28”
6. Olivier Irabaruta (Bdi) 1h05’49
7. Radoine Amehdy (Mar) 1h07’55”
8. Michael Sutton (Nzl) 1h08’10”

Classifica Femminile 21K
1. Morine Michira Gesara (Ken) 1h10’52”
2. Clementine Mukandanga (Rwa) 1h11’12”
3. Cavaline Nahimana (Bdi) 1h14’12”
4. Federica Sugamiele (Ita) 1h14’39”
5. Emily Cheroben (Ken) 1h17’55”
6. Loretta Bettin (Ita) 1h22’23”
7. Francesca Tonin (Ita) 1h23’53”
8. Martina Festini (Ita) 1h26’08”


Classifica maschile 10K
1. D’Este Thomas (Assind. Pd) 29’15”
2. Marco Montorio (Atl. Rigoletto) 29’29”
3. Nicolò Petrin (Vicenza Marathon) 29’29”

Classifica femminile 10K
1. Diletta Moressa (Aristide Coin) 33’09”
2. Elisa Marcon (Atl. Vicentina) 34’28”
3. Veronica Bacci (Team Km Sport) 35’53”

Sono stati sponsor della manifestazione: Honda Italia, Craft, Compressport, Alì, Banco BPM, Pro Action, San Benedetto, Bavaria, Palmisano, 1/6H Sport, Morato, Diabasi, 3B Meteo, ATVO, ParkForFun, Lacomed Sport e i media partner Corriere dello Sport, Tuttosport, Radio Bellla & Monella e Radio PiterPan. Collabora all'evento anche la Confcommercio Ascom San Donà- Jesolo

Il via della mezza maratona è previsto alle ore 20.15 da via Danimarca, mentre la 10K scatterà alle ore 19.30, sempre dalla stessa sede

Alle 17.30 è invece in programma l’allegra corsa-camminata solidale Alì Family Run di 3K
Apre oggi pomeriggio in Piazza Milano l’Honda Moonlight Village

Domani si corre la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon - 10K & Alì Family Run!
Venezia, 19 maggio 2023 - Tra poco più di 24 ore, la città di Jesolo tornerà a vivere la 'febbre del sabato sera' del running con la 12^ edizione della Honda Jesolo Moonlight Half Marathon - 10K & Alì Family Run, la spettacolare gara internazionale di corsa su strada nella quale sono attesi 5.500 atleti, con moltissimi partecipanti stranieri provenienti principalmente da Austria, Croazia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Spagna e Ungheria.

Si inizia ad entrare nel vivo della manifestazione già da questo pomeriggio con l’apertura, alle ore 15, dell’Honda Jesolo Moonlight Village in Piazza Milano, il luogo nel quale transiteranno tutti i concorrenti già iscritti per ritirare pettorale, la t-shirt ufficiale griffata Craft, visitare gli stand espositivi delle aziende sponsor e consegnare negli appositi contenitori ‘Doppio nodo - quaranta 2.0’ le scarpe usate ma in buono stato che verranno poi donate a persone bisognose.
 
Nella giornata di sabato 20 maggio, il villaggio aprirà già dalla mattina (ore 9) e intratterrà gli atleti fino alla partenza con animazione e buona musica di Radio Bellla & Monella e Radio Piterpan
 
Sempre in Piazza Milano, ci si potrà inoltre iscrivere (fino alle ore 17 di sabato 20) alla Alì Family Run. Anche in questo caso, tutti i concorrenti riceveranno t-shirt ufficiale, il pettorale di gara e al termine troveranno un ricco ristoro. La corsa-camminata avrà un duplice nobile scopo: da un lato aiutare la Caritas di Jesolo e dell'altro sensibilizzare sulla lotta globale contro la poliomielite, attraverso il progetto 'End Polio Now' del Rotary.
 
La sede di partenza di tutte e tre le corse verrà allestita in via Danimarca (adiacente a Piazza Milano) e la prima gara a partire sarà proprio la Alì Family Run, che prenderà il via alle ore 17.30, seguita dalla 10K alle ore 19.30 e dalla mezza maratona alle ore 20.15.
 
Sarà possibile seguire la diretta streaming della manifestazione, a partire dalle ore 19.45 online sula pagina Facebook della manifestazione. La telecronaca sarà a cura di Paolo Mutton, con il commento tecnico dell'azzurro di maratona Migidio Bourifa.
 
Nella 21K, si preannuncia una sfida tutta africana, sia in campo maschile che femminile,  tra keniani, eritrei e burundiani, ma si attendono sorprese dagli azzurri Abdoullah Bamoussa, Giuseppe Gerratana e Ademe Cuneo.

Tra le curiosità, l’atleta più maturo in gara è Elio De Bon (84 anni) iscritto nella 10K ludico motoria, mentre nella mezza maratona il primato va a Paolo Barbato (82 anni). Tra gli stranieri, il belga Robert Geys (75 anni).
 
Molto alta è anche quest’anno la partecipazione femminile alla gara. Nella 10K, le donne iscritte rappresentano il 50% del totale dei partecipanti, mentre nella 21K oltre il 30%.
 
punti di ristoro e spugnaggio saranno unificati, per ridurre il consumo di bottigliette di plastica. I ristori saranno dislocati al 5^ - 10^ - 15^ chilometro nei quali gli atleti troveranno acqua San Benedetto, biscotti Palmisano, integratori ProAction e frutta. Dal 17^ al 20^ chilometro gli atleti potranno rinfrescarsi con le docce che troveranno sul lungomare. Per i concorrenti della 10K, ci sarà un solo punto di ristoro al 5^ chilometro.
 
Il percorso sarà completamente chiuso al traffico e in totale sicurezza grazie alla collaborazione della Protezione Civile, della Polizia LocalePolizia Stradale, i Vigili del Fuoco di Jesolo e degli oltre 200 volontari dislocati lungo il tracciato.
 
Il servizio di primo soccorso osserverà il piano sanitario approvato dalla Aulss3 Venezia e che verrà coordinato dalla Croce Verde di Cavallino Treporti con ambulanze e moto mediche. Inoltre correranno accanto agli atleti anche i runners del BLS-Run-Team, abilitati alla rianimazione cardio polmonare e defibrillazione precoce.
 
Terminata la fatica, la festa proseguirà anche subito dopo il traguardo al Parco Grifone con il Moonlight Party, dedicato a tutti i partecipanti e accompagnatori.
 
La 12^ Jesolo Moonlight Halfmarathon - 10k &Alì Family Run è organizzata da Venicemarathon, con il patrocinio e la collaborazione della Città di Jesolo, il supporto di Jesolo Turismo e titolata quest’anno dal brand giapponese Honda Italia.

Sono altresì sponsor della manifestazione: Craft, Compressport, Alì, Banco BPM, Pro Action, San Benedetto, Bavaria, Palmisano, 1/6H Sport, Morato, Diabasi, 3B Meteo, ATVO, ParkForFun, Lacomed Sport e i media partner Corriere dello Sport, Tuttosport, Radio Bellla & Monella e Radio PiterPan. Collabora all'evento anche la Confcommercio Ascom San Donà- Jesolo.

Presentata oggi a Jesolo la 12^ Honda Jesolo Moonlight Half Marathon - 10K e Alì Family Run in programma nella serata di sabato 20 maggio

Molti gli iscritti anche nella Alì Family Run

12^ Honda Jesolo Moonlight - verso il sold out 5.500
Venezia, 16 maggio 2023 - Si alza il sipario sulla 12^ edizione della Honda Jesolo Moonlight Half Marathon - 10K & Alì Family Run, la spettacolare manifestazione internazionale di corsa su strada in programma sabato 20 maggio, organizzata da Venicemarathon, con il patrocinio e la collaborazione della Città di Jesolo, il supporto di Jesolo Turismo e titolata quest’anno dal brand giapponese Honda.
 
Anche quest'anno la gara è ad un passo dal sold out dei 5.500 pettorali, con atleti provenienti da ben 35 paesi stranieri e molti sono gli iscritti alla Alì Family Run di 3K.
 
La kermesse 'al chiaro di luna' è stata presentata questa mattina in Comune a Jesolo alla presenza del sindaco Christofer De Zotti, dell’assessore allo sport Marina Borin, del presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva, dal coordinatore generale Lorenzo Cortesi e dall’amministratore di Idea Venezia Stefano Fornasier.
 
"La Honda Jesolo Moonlight Half Marathon rappresenta uno dei tasselli più importanti di questo mese dedicato allo sport - dichiara il sindaco di Jesolo, Christofer De Zotti - Un evento consolidato, sempre molto apprezzato da chi ha i chilometri sulle gambe ma anche dalle famiglie che partecipano alla Family Run. Un pacchetto che si completa con il Moonlight Village e il Moonlight Party, capaci di portare una vera festa in piazza Milano"
 
 "A Jesolo si respira già l'aria della competizione e della festa, e questo clima è tutto frutto dell'avvicinarsi della manifestazione - aggiunge l'assessore allo sport di Jesolo, Martina Borin - Un'organizzazione consolidata è garanzia della buona riuscita dell'evento, tutti lo sanno e per questo ogni anno si iscrivono in migliaia. Per Jesolo si tratta di una nuova grande occasione di visibilità e di qualificazione della città".
 
Soddisfatto per il consolidato successo della manifestazione e per la costante e proficua collaborazione con l'Amministrazione Comunale è il presidente di Venicemarathon Piero Rosa Salva: "Ringrazio la città di Jesolo che da dodici anni ci ospita, dimostrandosi ogni volta molto accogliente, disponibile e molto collaborativa. Il nostro obiettivo è di offrire alla cittadinanza un evento in cui sentirsi parte attiva e integrante, capace al contempo di stimolare turismo e indotto economico in apertura di stagione. Siamo anche felici di abbinare quest'anno alla manifestazione la prima delle sette tappe della Alì Family Run, il nostro progetto di promozione sociale e sportiva dedicata ai giovani e alle famiglie, che proponiamo in tutti gli eventi da noi organizzati, in collaborazione con il Rotary 2060 e sposato dai Supermercati Alì". 
 
Il cuore nevralgico della manifestazione sarà Piazza Milano, a due passi dalla spiaggia, dove sorgerà Honda Jesolo Moonlight Village, animato per due intere giornate - venerdì 19 maggio (dalle 15 alle 20) e sabato 20 maggio (dalle 9 alle 23) - dalle attività delle aziende sponsor e vivacizzato da tanta buona musica di Radio Bellla & Monella e Radio Piterpan. La festa proseguirà anche subito dopo il traguardo al Parco Grifone con il Moonlight Party, dedicato a tutti i partecipanti e accompagnatori.
 
La partenza della 10K è prevista per le ore 19.30 da via Danimarca e quella della 21K alle ore 20.15 sempre dalla stessa sede, mentre la partenza della Alì Family Run è prevista alle ore 17.30 sempre da Piazza Miano. Sarà possibile seguire la diretta streaming della gara a partire dalle ore 19.30 e online sula pagina Facebook della manifestazione.
 
Come sempre il percorso della mezza maratona sarà spettacolare e veloce e offrirà un’alternanza di diversi aspetti naturalistici quali il fiume, la pineta, il lungomare e la spiaggia, combinati ai romantici colori del tramonto e al fascino del mare, così come suggestivo è il percorso della 10K che per l’esattezza misura 9,350 km. I due tracciati saranno completamente chiusi al traffico grazie all’enorme lavoro della Protezione Civile, della Polizia LocalePolizia Stradale e degli oltre 200 persone che saranno a presidio delle vie interessate al passaggio degli atleti.
 
"Anche quest’anno siamo sodisfatti di essere vicini al sold out dei 5.500 pettorali, del gran numero di stranieri presenti e dei già numerosi iscritti nella Family Run, molti dei quali saranno presumibilmente famigliari e accompagnatori al seguito degli atleti. Il nostro modello organizzativo punta ogni volta ad essere parte integrante del contesto in cui si svolge e il nostro impegno è costantemente rivolto al massimo contenimento dei disagi che possono essere arrecati alla cittadinanza e al rispetto di valori che sono parte integrante della collettività di Jesolo, come la sostenibilità, l’inclusione e lo sport tutti: la Honda Jesolo Moonlight, con la sua formula su tre distanze e in tutti i suoi servizi, incarna tutti questi valori - queste le parole di Lorenzo Cortesi.

Nella mezza maratona, tornano sul litorale jesolano due volti noti della manifestazione: l’eritreo Shumay Mogos Solomon vincitore dell’edizione 2018 e il keniano Hosea Kimeli Kisorio, vincitore nel 2014. Occhi puntati anche sui keniani Bernard Musau Wambua (pb 1h00’40”), Isaac Kemboi Too, fresco vincitore della Placentia Half Marathon che si è disputata lo scorso 7 maggio, e sui burundiani Oliver Irabaruta (primatista nazionale nella maratona con da 2h07’13”) e Onesphore Nzikwinkunda, che nella mezza maratona ha un personale 1h01’48”. In chiave azzurra, spicca il nome del siepista azzurro, originario del Marocco, Abdoullah Bamoussa (Atletica Brugnera Friulintagli) specialista dei 3.000 siepi, che ha vestito la maglia azzurra ai Giochi Olimpici di Rio nel 2016. Assieme a lui, al via anche l’aviere siciliano, anch’egli ex siepista azzurro, vincitore della maratona di Torino nel 2022 Giuseppe Gerratana, atleta seguito da Gaspare Polizzi, che fu mentore, tra gli altri, di Salvatore Antibo. Ci sarà anche il portacolori dell’Atl. Casone Noceto, il 24enne lombardo di origine etiope Ademe Cuneo. In campo femminile, la migliore accreditata è la keniana Morine Gesare Michira (1h08’40”) anche lei vincitrice della mezza di Piacenza dello scorso 7 maggio. Sempre dall’Africa arrivano anche la ruandese Clementine Mukandanga e la keniana Cavaline Nahimana.
 
"Anche quest’anno il cast è di ottimo livello sia a livello maschile che femminile. Abbiamo allestito una gara molto combattuta con atleti di diverse nazionalità e tutti pronti a regalare ottime prestazioni cronometriche, grazie anche al percorso sempre più veloce e scorrevole" - così Stefano Fornasier.
 
Alì Family Run contribuirà a raccoglierà fondi per sostenere la parrocchia di San Giovanni Battista, uno dei più importanti centri Caritas di Jesolo e grazie alla collaborazione con il Rotary Distretto 2060, la manifestazione servirà a diffondere il messaggio dell’importante campagna ‘Run to End Polio Now’ per sensibilizzare i giovani sull’importanza della lotta contro la poliomielite a livello globale. Inoltre, in quest'occasione, grazie al progetto ‘Doppio nodo, quaranta 2.0’ si potranno donare scarpe da running usate (in buono stato e lavate prima della consegna) per persone bisognose.
 
Molto contenti dell'iniziativa anche don Gianni Fassina della Caritas Jesolo, il presidente del Rotary Clun di Jesolo Paolo Milan e Marco Canella, direttore finanziario di Alì S.p.a, tutti presenti in sala questa mattina.
 
Quest’anno la manifestazione ha un nuovo title sponsor: Honda Auto Italia, che rafforza il suo legame con lo sport, mettendosi a ‘correre’ al fianco dei più importanti eventi di running in Italia. Honda Italia è stata partner anche del 7^ CMP Venice Night Trail dello scorso 1 aprile e sarà Main Partner & Official Car anche della 36^ Wizzair Venicemarathon del prossimo 22 ottobre, oltre che di molte altre manifestazioni. L’impegno di Honda nel tracciare il percorso verso un futuro sostenibile è dimostrato dall’obiettivo, appena raggiunto in Europa e in Italia, di elettrificazione dell’intera gamma di veicoli.

Sono altresì sponsor della manifestazione: Craft, Compressport, Alì, Banco BPM, Pro Action, San Benedetto, Bavaria, Palmisano, 1/6H Sport, Morato, Diabasi, 3B Meteo, ATVO, ParkForFun, Lacomed Sport e i media partner Corriere dello Sport, Tuttosport, Radio Bellla & Monella e Radio PiterPan. Collabora all'evento anche la Confcommercio Ascom San Donà- Jesolo.