mercoledì, dicembre 15, 2010

Completamente fuori

A meno di dodici ore dall'ultima uscita e con un'agenda ricca ricca di impegni (probabile cena dalla mamma), perchè non approfittare dell'orario flessibile ed uscire a correre prima del lavoro ???.
Sveglia alla solita ora, rapida "vestizione" e in strada ad attendere che, come sempre, il garmin faccia il proprio dovere. Poco più di una dozzina di chilometri e senza sentirsi in obbligo di dover portare a casa il tempo.
Proprio una gran bella idea!.
Freddo polare con gambe e mani arrivate in "temperatura" solo dopo il giro di boa. Ma alla fine, scoprire di non essere andato neanche troppo male, rende meno folle l'insano gesto.
E pensare che, per poter "incastrare" la propria passione tra famiglia e lavoro, quelli "costretti" a correre di mattina tutti i santi giorni sono davvero molti. Decisamente da ammirare

12 commenti:

  1. Bè, ti capisco perfettamente.
    Anche io corro la mattina presto per esigenze lavorative.
    E stamani, alle 5:15, il feddo si sentiva.
    Ma preferisco così, la giornata lavorativa sembra più lunga e io più concentrato e produttivo.

    RispondiElimina
  2. sì, l'ho sempre detto che noi podisti abbiamo qualche rotella fuori posto :)

    RispondiElimina
  3. Ritorneranno i bei tempi in cui mi allenavo alle cinque in qualsiasi stagione.
    Solo che non mi ricordo come si fa.

    RispondiElimina
  4. Che freddo!!! Sono tornato a mezzanotte da lavoro e segnava -6°... bravo comunque, uscire a correre in queste condizioni gratifica il doppio secondo me.

    RispondiElimina
  5. Pure quelli che corrono in solitario nella notte e tra le macchine pero' vanno lodati.

    RispondiElimina
  6. @valerio: 5 e 15 però è davvero tanto presto, anche per me ieri erano solo le 6 e 29.
    @tosto: sfondi una porta aperta
    @giuseppe: al momento giusto ti tornerà in mente
    oliver: grazie
    @rb: senza ombra di dubbio. grandi allo stesso modo. sarà mica il tuo caso ????

    RispondiElimina
  7. Bene così: la corsa come piacere, da fare appena si trova il tempo, senza costrizioni!

    RispondiElimina
  8. Tratto da una canzone:

    "Cosa si fa' quando si ama davvero.."
    e aggiungo,se mi permettete..........

    LO SPORT

    A BUMBAZZZZZZZZZAAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  9. 10 e LODE solo x l'impegno!!!
    Io esco al mattino solo in estate xkè altrimenti durante il giorno stramazzo al suolo x il caldo, ma d'inverno proprio non ci penso nemmeno lontanamente.... piuttosto salto la corsa!!! ;-(

    RispondiElimina
  10. Ma come fai ? Il solo pensiero di partire la mattina con -3 mi uccide. Ti invidio tantissimo perchè sono convinto che se ci si riesce ne viene un beneficio valido per tutta la giornata

    RispondiElimina
  11. è proprio in quei giorni che credo che il tapis rullant starebbe bene in camera da letto..poi vedo certi giochi di ghiaccio sui rami,ciao ciao garmin e occhio alle zone d'ombra,e mi godo il deserto urbano...il più rimane uscire dal portone però dopo è fatta ;)

    RispondiElimina
  12. @ale: però a volte il piacere è solo un miraggio
    @marines: condivido
    @barbara: sino all'anno scorso anch'io solo d'estate. ora all'occorrenza mi sono dovuto adattare
    @dante: mercoledi mattina me lo sono chiesto anch'io per tutto il tempo.
    @arirun: a volte non basta uscire dal portone. tocca pure avere il coraggio di varcare il cancelletto.

    RispondiElimina