lunedì, febbraio 20, 2017

13° Vittuon(e) Cup

13° mezza del castello - http://www.antonini-foto.it
Tempo di pettorale. Finalmente è arrivato anche per me il momento di appuntare un numero alla maglietta e, come ormai capita da alcuni anni, tocca a Vittuone e la sua mezza il compito di tenere a battesimo la stagione 2017.

Ritiro pettorale, cambio d'abito e, senza troppa convinzione, alle otto e trenta in strada per abbozzare un riscaldamento che si possa definire tale prima di "conquistare"  un posto di categoria non troppo distante dal gonfiabile posto sulla linea di partenza.

Nove e zero-uno e iniziano le danze. Tocca provarci. E se a Busto l'obiettivo dei novanta minuti era forse un azzardo a quarantatre giorni dalla maratona è il minimo che mi possa aspettare da questa gara. Almeno sulla carta. 

Perchè una volta partiti e agganciato il trenino giusto le cose diventano un
13° mezza del castellotantino più complicate: sgranato il gruppo e imboccato il canalone faccio fatica, troppa fatica, a rimanere a contatto con quelli che dovrebbero farmi da "guida". Eppure non sto andando male, anzi e, quanto visualizzato dal Garmin, non può che confermare le buone sensazioni. Sto bene e mi sto anche divertendo come non succedeva da tempo ma la mancanza di competizioni non mi permette di capire fino a che punto si possa osare. 

Le gambe vanno ma il simpatico trenino, almeno in questa parte di gara, ha decisamente un'altra marcia. Marcia che anche io provo a cambiare una volta imboccato la provinciale che porta a Cornaredo. Tanto non ho nulla da perdere. E allora si prova ad allungare: sette chilometri sotto i quattro e dieci con un passaggio al decimo in quarantadue e al quindicesimo appena sopra i sessantadue. 
13° mezza del castelloI due terzi di questa mezza me li sono lasciati alle spalle e anche se non riesco ad essere brillante come nella seconda parte di gara mi rendo conto di poter puntare ad un crono di tutto rispetto.

Tocca resistere. Qualche posizione persa, qualche posizione guadagnata e la finish-line sempre più vicina. Il ritmo è ancora buono e la vista in lontananza del sovrapasso pedonale ha il merito di sortire insperate energie per la volata finale.
Volata che non posso non fare. Ci devo provare. Ci voglio provare. 

E che soddisfazione vedere poi, sul display del Garmin, il "7" come seconda cifra dei minuti.

domenica, febbraio 05, 2017

Lungo

preparazione maratona - 27.36
Tocca fare sul serio. Arrivati a questo punto non si scherza più. Piove. Le previsioni danno acqua per tutto il fine settimana e quindi, come dice il detto, tolto il dente tolto il dolore. 

Obiettivo 30k in Valle Olona ma considerato percorso e clima ci si può accontentare anche di qualcuno in meno.

Odio correre con la pioggia. Non mi piace proprio. D'inverno ancor di più con abbigliamento e scarpe che con il passare dei chilometri diventano enormi zavorre.

Sabato ore 9 e 10 si parte. Ancora non piove ma il colore delle nubi lascia davvero pochi dubbi a riguardo. Giusto qualche minuto di vana illusione e comincia a piovere. Correre in Valle Olona mi piace. Una lunga ciclabile quasi interamente asfaltata dove, al riparo dal traffico, ci si può fare di tutto. Lunghi, ripetute e persino strappi da 5/600 metri di salite con pendenze di tutto rispetto. 
E poi è ben frequentata.... Di Domenica. Se invece è Sabato e diluvia gli incontri si possono contare sulla punta delle dita. Impossibile non pensarci: e se mi capita qualcosa ?. Io poi che di correre con il cellulare non ne voglio proprio sapere.

Il passo è da crociera. Come sempre il primo lungo è un'incognita. Forse è un mio limite ma non riesco mai a capire quanto si possa osare e allora mi comporto di conseguenza. Quello che conta e portare a casa il compitino. E allora, nel momento che decido di farmi uno sconto, sono consapevole che, per oggi, un ventisette può essere più che sufficiente. 
Ma solo per oggi

mercoledì, febbraio 01, 2017

Run4me Lierac Fitness Program

RUN4ME LIERAC

ARRIVANO GLI ALLENAMENTI INDOOR
 Il 4 febbraio alle ore 10.00 parte a Milano il primo allenamento indoor previsto dal piano di training al femminile Run4Me Lierac

Iscrizioni aperte su www.run4me.it
RUN4ME LIERAC FITNESS PROGRAM
La madrina Lucilla Andreucci durante gli allenamenti di RUN4ME LIERAC
Milano, 1 febbraio 2017 – Parte sabato 4 febbraio a Milano la grande novità del sempre più ricco programma di allenamento al femminile RUN4ME LIERAC: 7 appuntamenti esclusivi di fitness con corsi ideati dal personal trainer di Madonna Craig Smith seguendo la filosofia di uno stile di vita attivo e del benessere, fil rouge di tutto il progetto.
L’iniziativa ideata da RCS Active Team – RCS Sport in collaborazione con LIERAC, brand cosmetico distribuito esclusivamente in farmacia e da sempre vicino all’universo femminile, prevede, per l’edizione del 2017, sette appuntamenti di fitness propedeutico alla corsa in una location indoor d’eccezione: la palestra Hard Candy Fitness Milano, marchio globale di fitness di lusso creato nel 2009 dall’icona del pop femminile Madonna, da sempre appassionata di sport e di attività fisica.

Durante gli appuntamenti di mezz’ora, le partecipanti avranno la possibilità di provare innovative proposte di allenamento quali:

HCF BOSU® BODY (4/02/17). Il corso Hard Candy Fitness Bosu® Body è una combinazione di esercizi cardio e forza, una sfida continua divertente per sudare e bruciare calorie. La sessione include molteplici tipologie di training con l'uso del BOSU®, una pedana instabile sulla quale si potrà eseguire esercizi divertenti, sotto la guida di un trainer esperto. La velocità, l'agilità, la potenza e la forza sono testate durante tutto l'allenamento, con una precisa serie di esercizi studiati con cura per offrire opzioni di vario livello progettate per il neofita così come per chi possiede un fisico già allenato.
HCF ENGINE (18/02/17), si basa su blocchi di allenamento volti a potenziare la parte superiore e inferiore del corpo con movimenti cardio intensi. Un mix di esercizi con i quali si punta a tonificare ogni parte del corpo e contemporaneamente a bruciare calorie.
HCF PILATES (11/03/17), una moltitudine di esercizi che combinano concentrazione, controllo, ricerca del proprio centro e fluidità del movimento, per ottenere benefici e miglioramenti nel corpo e nella mente. Un programma per allenare il corpo e sviluppare la flessibilità muscolare eseguito a corpo libero che rafforza addominali, aumenta la flessibilità dei muscoli, migliora il controllo del corpo, agevola l’elasticità e la resistenza della colonna vertebrale e degli arti.
HCF BARRE’ (08/04/17), vera fusion tra danza e fitness. Si svolge con la sbarra per la danza e con l’ausilio della body bar, elemento sempre presente in ogni esercizio, combinando tonificazione, forza, equilibrio ed armonia. Nuova disciplina, già affermata in America, per una perfetta combinazione tra condizionamento muscolare, flessibilità e lavoro cardiovascolare.
ANTIGRAVITY®YOGA (13/05/17), Semplici tecniche di sospensione anche in posizione capovolta per alleviare la compressione articolare e allineare il corpo dalla testa ai piedi. Tipologia di fitness pensata per la salute di corpo e mente, che determina un aumento dell'agilità fisica in assenza di gravità attraverso la sospensione di un'amaca di tessuto.
HCF BEST JUMP (27/05/17) combinazione che garantisce un alto consumo calorico. Prevede l’utilizzo di un tappeto elastico combinando tre forze: accelerazione, decelerazione e forza di gravità.
HCF BREATHE KOMBAT (08/07/17), Un programma che sviluppa elasticità, potenza, coordinazione, equilibrio attraverso un’applicazione di tecniche derivanti dalle arti marziali e dalla thai boxe.
RUN4ME LIERAC FITNESS PROGRAM
Corsi di ANTIGRAVITY®YOGA e HCF BOSU®BODY  - Hard Candy Fitness Milano
Confermata per il 2017 la presenza della madrina e trainer del progetto Lucilla Andreucci, campionessa azzurra di maratona: con lei Caterina Cesco Frare, ex atleta della nazionale, e diversi trainer della Scuola di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Milano.

L’interessante iniziativa, nata anche per scoprire la gioia di correre insieme in totale sicurezza, è realizzata con il patrocinio della Polizia di Stato. Si riconferma Mizuno sponsor tecnico di RUN4ME LIERAC: vestirà lo staff tecnico e realizzerà 500 t-shirt esclusive per le iscritte al programma.


RUN4ME LIERAC prevede una quota di adesione minima, valida per tutti i 7 mesi di allenamento e per tutte le attività proposte (running, fitness, yoga etc.), con una lezione di prova durante il primo incontro e la raccolta adesioni al successivo. Le partecipanti potranno dunque scegliere tra l’iscrizione base di 5 euro o l’iscrizione plus di 10 euro, che prevede il rimborso delle spese mediche in caso di infortunio.

Prima di ogni sessione le runner potranno approfittare di un consiglio di bellezza per la loro pelle e un omaggio firmato Lierac
 per trattare al meglio la pelle. Inoltre in alcuni appuntamenti sarà presente un ospite della Fondazione Umberto Veronesi che darà consigli specifici di alimentazione e stili di vita corretti.

RUN4ME LIERAC farà tappa anche a Catania, Napoli, Roma e a Bologna il 4 e 11 marzo e 13 e 20 maggio.

Per ulteriori informazioni, per iscriversi al programma di training RUN4ME LIERAC e per consultare il calendario completo degli allenamenti, visitate il sito internet:
www.run4me.it
RUN4ME LIERAC FITNESS PROGRAM
@LaPresse Le partecipanti con la madrina Lucilla Andreucci
al primo appuntamento di RUN4ME LIERAC ed.2017
url img Run4Mme Home Page
facebook img Facebook/RUN4ME

PRESS CONTACT RUN4ME LIERAC
c/o Green Media Lab
Via Savona, 97 – 20144 Milano
E-mail alice.diotti@greenmedialab.net
E-mail mariana.nogueira@greenmedialab.net
phone + 39 02.91320.415
www.greenmedialab.net

Ivana Capozzi
Media Relations Manager RCS Sport
Via Rizzoli 8 – 20132 Milano
E-mail ivana.capozzi@rcs.it
phone +39 02.2584.8176
www.rcssport.it
RUN4ME LIERAC

martedì, gennaio 31, 2017

Giro di boa

preparazione maratona - gennaio - giro di boa
E con i 15 km in progressione di stasera mettiamo in archivio anche il secondo mese di preparazione che si chiude con duecentoventiquattro chilometri distribuiti su quindici uscite. 

Sono al giro di boa, il countdown segna sessanta giorni all'appuntamento con la distanza regina e la preparazione procede tra alti e bassi dove con "bassi" intendo qualche "Failed" di troppo. 

Forse pretendere di svolgere alcuni lavori con ritmi che ancora non mi posso ancora permettere non è la cosa più intelligente da fare ma a volte mi faccio prendere la mano e alla fine il risultato non può che essere fallimentare.  

Però ci credo. Perchè se mi fermo a pensare a come ero messo a due mesi dalla Firenzemarathon non posso non essere fiducioso. E incrociando le dita non potrà che andare sempre meglio. 
O almeno ci spero.

Brooks Challenge Tour

brooks challenge tour


SEI UN RUNNER? Corri con due amici il maggior numero di km e vinci Brooks!

Scopri tutte le date su www.brookschallengetour.it, registrati e partecipa GRATUITAMENTE al BROOKS CHALLENGE TOUR! Vieni a provare le nuove scarpe BROOKS e a vivere lo spirito Run Happy!

Forma la tua squadra di 3 partecipanti (di cui almeno una donna) e percorri il maggior numero di km.
Se non hai un team, non preoccuparti, ci pensa il team di Brooks!
Non mancare... Per te fantastiche sorprese!!!

BROOKS CHALLENGE TOUR 2.0
è la sfida tra runners più happy del 2017
Forma la tua squadra di 3 membri (di cui almeno una donna) e scegli il Challenge Day che preferisci.
Hai 6 ore di tempo per percorrere il maggior numero di km e testare 3 paia di scarpe Brooks.
Per tutti gli iscritti simpatici gadget mentre per i vincitori fantastici premi Brooks.
Non hai vinto? Potrai comunque partecipare all’estrazione al termine del Challenge Day per vincere una scarpa Brooks!


Informazioni

Iscrizioni e calendario


brooks challenge tour

facebook img facebook/brooksrunning.it
instagram img instagram.com/brooksrunningit

mercoledì, gennaio 25, 2017

Garmin Fenix 3 Sapphire HR

Garmin Fēnix® 3 Sapphire HRIn commercio dal Gennaio del 2015 il GPS da polso Garmin Fēnix® 3 Sapphire HR è uno dei prodotti di punta di casa Garmin. Un concentrato di tecnologia dotato di profili multisport per soddisfare le esigenze di tutti gli amanti delle attività outdoor e, grazie all’accelerometro integrato, anche per quelli che si allenano in ambienti chiusi senza la necessità di utilizzare un foot pod.

Dotato di un ampio display a colori ad alta risoluzione con retroilluminazione LED consente di accedere ai dati in qualsiasi condizione di luce, rileva il battito cardiaco al polso grazie al sensore Garmin Elevate™ e se indossato quotidianamente il fēnix 3 si trasforma in una fitness band registrando passi effettuati, calorie bruciate e chilometri percorsi con obiettivo giornaliero programmabile e monitorando la qualità del sonno se indossato durante la notte.

Ha un profilo Trail dedicato per gli amanti dell'off-road con dati piu pertinenti all'attività svolta e in modalità UltraTrac garantisce una durata della batteria superiore. È compatibile con i sensori di velocità e cadenza per fornire dati di allenamento nell'attività in bici e se associato a un sensore Vector® può anche visualizzare le metriche della potenza. 

Utilizzato in  acqua, una volta impostata la lunghezza della vasca,  fēnix 3 Sapphire HR tiene traccia della distanza, del passo, del numero e dell’efficienza delle bracciate identificando anche lo stile.

Sulle piste da sci è in grado di tenere traccia dell'intera giornata di allenamento sugli sci/snowboard, rilevando i dati sulla velocità, la distanza, le piste battute e interrompendo, con la modalità Auto Pause attiva, la registrazione GPS durante l’ascesa in seggiovia.

Il fēnix 3 Sapphire HR fornisce la navigazione completa ed  è dotato di un altimetro barometrico e di una bussola elettronica a 3 assi calibrati automaticamente con il ricevitore GPS per fornire le informazioni più precise possibili sulla tua posizione.

Grazie al modulo Bluetooth integrato, dispone della funzione Smart Notification. Ogni volta che ricevi una notifica, un SMS, chiamate o e-mail dallo smartphone associato, fēnix 3 Sapphire HR vibra leggermente e ti permette di visualizzare automaticamente le informazioni sul display dell'orologio e di leggerne il contenuto.

Ha una batteria che permette fino a sedici ore di funzionamento con GPS acceso, fino a tre settimane in modalità "orologio" con monitoraggio FC attiva  e fino a 2 settimane in modalità smartwatch sempre con monitoraggio FC attiva. Disponibile in nero/grigio ha un prezzo di listino di €599,00 ma nei negozi specializzati o sui siti e-commerce lo si può trovare a meno.

Caratteristiche
  • Tecnologia Garmin Elevate per misurare la frequenza cardiaca al polso
  • Lente in vetro zaffiro altamente resistente
  • Antenna EXO con ricezione satellitare GPS/GLONASS
  • Schermo Chroma a colori da 1,2" antiriflesso
  • Impermeabile fino a 10 ATM
  • Profili sport preimpostati
  • Fornisce la stima del VO2 max, tempi di recupero e previsione dei tempi di gara
  • Dinamiche di corsa avanzate e funzioni per il trail running
  • Compatibile con fasce cardio HRM-Tri e HRM-Swim
  • Adatto per il ciclismo e compatibile con Vector®
  • Smart Notification  e connettività wireless via Bluetooth®
  • Compatibile con Garmin Connect Mobile
  • Compatibie con la funzione LiveTrack
  • Download di app, widget e watchface tramite Connect IQ
  • Quadranti personalizzabili tramite l'app Garmin Face-It
  • Virtual Pacer™ (disattivabile) per monitorare l'andatura in rapporto con l'obiettivo impostato;
  • Configurazione e Aggiornamenti tramite Garmin Express;
  • Connettività wireless
  • ANT+®
  • Bluetooth®
  • Avvisi meteo
  • Modalità batteria UltraTrac™    Supporto sensore tempe™

Profili sport disponibili
Corsa, corsa indoor, camminata, bici, bici indoor, piscina, acque libere, SUP, canottaggio, row indoor, triathlon, swimrun, golf, sci di fondo, sci/tavola, scalata, escursionismo, trail run


Confezione
La confezione contiene lo Sport Watch, il cavetto USB per la ricarica e la sincronizzazione, l'adattatore CA, la guida di avvio rapido

Specifiche
  • Dimensione 51,5 x 51,5 x 16,0 mm
  • Dimensione schermo - 1,2" (3,48cm); 
  • Risoluzione display - 218 x 218px a colori con retroilluminazione
  • Peso - 86 g;
  • Durata della batteria - fino a 2 settimane in modalità smartwatch (FC 24/7), 3 settimane in modalità orologio (FC 24/7); 16 ore in modalità allenamento, fino a 40 ore in modalità UltraTrac™ ;
  • Classificazione di impermeabilità - 10 ATM;
  • Memoria interna32 Mb; disponibili 23 Mb;
  • Posizioni memorizzabili - 1000
  • Percorsi memorizzabili - 30
  • Track log - 100 ore

Operazioni preliminari
  • Installazione dell'applicativo Garmin Express necessario per la gestione di tutti i dispositivi Garmin.
  • "Creazione utente" sul portale Garmin Connect. Operazione necessaria per sincronizzare i dati registrati dallo strumento, caricare eventuali aggiornamenti firmware resi disponibii dal produttore e modificare la configurazione del Fēnix® 3 Sapphire HR.
  • Installazione sullo smartphone da associare al GPS la app Garmin Connect™  (garmin.com/app)
  • Associazione tramite Bluetooth® smartphone - Fēnix® 3 Sapphire HR
  • Aggiornamento software (consigliato e previa installazione Garmin Express);
  • Impostazione della lingua, data/ora, unità di misura, profilo utente (peso, altezza, sesso, età);
  • Impostazione delle zone della frequenza cardiaca;
  • In alternativa è possibile impostare la configurazione direttamente sul portale Garmin Connect trasferendo successivamente i dati sull'unità
  • Impostazione delle pagine dati da visualizzare per ogni attività
  • Impostazione dimensione vasca piscina per il nuoto.
  • Creazione allenamenti sul portale Garmin Connect da caricare con la sincronizzazione dull'unità GPS

Utilizzo

Garmin Fēnix® 3 Sapphire HRUna volta acceso, scelta l'attività da svolgere, quale delle "pagine" dati precedentemente impostate visuallizzare, attivare, se lo si ritiene opportuno, Virtual Pacer™, Auto Lap®, Auto Pause®, il sensore cardio o caricare uno degli allenamenti creati sul portale e in pochi secondi, grazie alla velocissima acquisizione dei satelliti (antenna EXO GPS/GLONASS) si è pronti ad incominciare.
Ultimato l'allenamento, è sufficiente attivare il bluetooth e sincronizzare l'unità per trasferire i dati sullo smartphone associato e sul portale  Garmin Connect
Volendo, collegando l'unità GPS al pc, è possibile anche sincronizzare le attività tramite il programma "Garmin Express" o per chi preferisce la consultazione off-line e possibile  trasferire i dati al programma GTC importando manualmente il file ".fit"  archiviato nella cartella "ACTIVITY".

Sensore Cardio
Progettato da Garmin il sensore Elevate svolge il proprio lavoro in maniera egregia.
Due uscite con il Fēnix® 3 Sapphire HR da una parte  e il 910xt con associata la  Fascia cardio Premium dall'altra per risultati che sembrano confermare quanto già rilevato con GPS forniti di  sensore OHR.
Undici chilometri la prima, quindici la seconda. Buoni i risultati della prima, più che sufficienti quelli della seconda con differenze sui battiti medi di poche unità. 
La fascia toracica (se posizionata correttamente) continua ad essere lo strumento più preciso nella rilevazione dei battiti ma, per come la vedo io, una volta indossato  in maniera che non si possa muovere durante la corsa, il GPS è in grado di fornire valori con un margine di errore talmente esiguo che, specialmente d'estate, vale la comodità del torace "libero".

Impressioni
Programmabile all'inverosibile è comunque intuitivo nell'utilizzo anche senza una lettura approfondita del manuale. Poche operazioni preliminari (pagine dati, accensione sensore cardio a autolap) e si può già incominciare. "Qualcuna" in più se si vuole sfruttare al meglio tutta la potenzialità di questo prodotto.
Nella corsa ho auto le conferme che mi aspettavo in un prodotto di questa categoria. Distanza e velocità rilevate sono in linea con quanto rilevato dal glorioso 305: abitudinario nello svolgere i "lavori" conosco i percorsi di allenamento come il palmo delle mie mani e la vibrazione dell'Auto Lap® avviene proprio dove me l'aspetto.
L'accelerometro interno fa il suo lavoro alla grande e al chiuso della piscina non sbaglia un colpo: riconosce lo stile della bracciata e non regala vasche.


Pro
  • Nonostante tutto la semplicità di utlizzo, almeno nelle funzioni base
  • Ampio display e caratteri con dimensioni a prova di over-quaranta.
  • Velocità acquisizione satelliti
  • Traccia GPS (con tutti i limiti del sistema GPS) accettabile.
  • Autonomia 
Contro
  • Uno solo, il prezzo.
Conclusioni
Il Garmin Fēnix® 3 Sapphire HR è il top della gamma Garmin e come tale  ha tutto quello che si può chiedere ad un GPS. È come se la casa americana mi avesse accontentato. Perchè a parte il prezzo faccio davvero fatica a trovare un "difetto" a questo prodotto. Retroilluminazione programmabile (da 4" a sempre accesa  con la possibilità di impostare la modalità "gesto" che attiva la retroilluminazione sollevando e ruotando il polso),  pop-up dei Lap a prova di quarantenne, campi dati programmabili, autonomia superiore ai prodotti che ho usato sino ad oggi e infine un sensore cardio che finalmente permette di dimenticare cosa sia la fascia cardio. E per quelli che proprio non la sopportano non è cosa da poco.

Cos'altro aggiungere ? Promosso con lode

lunedì, gennaio 23, 2017

Tredici.20

garmin connect - tredici.20
E anche a questo giro è toccato pagare dazio. Questo freddo alla fine è riuscito a piegarmi: mal di gola e una fastidiosissima tosse come non capitava da un paio d'anni hanno fatto propendere per una pausa di riflessione onde evitare guai peggiori. 
Otto giorni. Solo otto giorni di sosta che son sembrati una eternità con il tarlo tipico del runner che ha un'unica preoccupazione: quanto avrò perso? 

Eppure di esperienza penso di averne accumulata abbastanza. Ma il tarlo ha un solo modo per essere rimosso: la prova su strada. Ore dieci, sole, temperatura quasi piacevole e via verso nuove "avventure". Le gambe girano come se non si fossero mai fermate e anche senza forzare la media è più che accettabile. 
Il parco, popolato come non vedevo da tempo è un invito alla corsa e io questo invito  non me lo lascio scappare. Tre giri tra i viali freschi di restyling e poi di nuovo su asfalto direzione casa con il garmin che alla fine segna un po' più di tredici chilometri  in (quasi) 64 minuti e il tarlo definitivamente cancellato