martedì, dicembre 01, 2015

Unesco Cities 2016

UNESCO CITIES 2016



“Unesco Cities”, una maratona che fa squadra   
Grande successo per la serata di ringraziamento degli enti e delle associazioni che hanno collaborato con levento dello scorso marzo. 
Inizia il conto alla rovescia per ledizione 2016: appuntamento al 28 marzo, giorno di Pasquetta.

Comunicato stampa 21/15
Cividale del Friuli, Palmanova, Aquileia (UD), 1 dicembre 2015 Diciannove nazioni, 16 regioni, 53 province, 1.426 iscritti. E la sintesi dellUnesco Cities Marathon 2015. Numeri importanti. Soprattutto, numeri in crescita. E poi cè un altro fattore ugualmente significativo: lampio sostegno del territorio ad una maratona che, nellarco di tre edizioni, ha conquistato tanti cuori. E promette di crescere ancora.
 
LUnesco Cities Marathon è anche arte, storia, folklore, enogastronomia, solidarietà, e chi più ne ha più ne metta. Un grande contenitore che rappresenta lessenza di un territorio. Quel territorio, fatto di istituzioni, associazioni, società sportive e mondo del volontariato in genere, che il direttivo dellUnesco Cities Marathon ha riunito alla Trattoria Agristella di Sterpo di Bertiolo per una serata di ringraziamento che ormai sta diventando una consuetudine. Un modo per fare ulteriormente squadra e definire nuovi obiettivi: il primo è scritto nel calendario.
 
Il prossimo anno si correrà lunedì 28 marzo, giorno di Pasquetta ha commentato Giuliano Gemo, presidente del comitato organizzatore dellUnesco Cities Marathon -. Cera già successo nel 2013, alledizione desordio, poi non capiterà più per altri 16 anni. E una nuova sfida, che affrontiamo con cognizione di causa. Ma anche unopportunità, perché tanti atleti potranno scegliere il lungo weekend pasquale per correre la nostra maratona e passare alcuni giorni di vacanza in Friuli.
 
Tra le autorità intervenute alla serata, il sindaco di Aquileia Gabriele Spanghero, il presidente dellAssociazione Friulana Donatori di Sangue Renzo Peressoni, il segretario del comitato regionale della Federazione di atletica leggera Franco De Mori, il presidente della Fondazione Aquileia Alviano Scarel, il presidente di @uxilia Onlus Massimiliano Fanni Canelles. Presente anche Giovanni Cozzi, consigliere comunale di Cividale del Friuli con delega allo Sport, che tre anni fa fu tra gli ideatori dellUnesco Cities Marathon.
 
Insieme a Gemo, il segretario generale della maratona, Giuseppe Donno, ha illustrato le linee guida dellevento 2016. Confermati i diversi traguardi: maratona, maratona a coppie e Iulia Augusta Run (aperta anche agli appassionati del Nordic Walking). Non mancherà la maratona per handbike che, organizzata in collaborazione con lassociazione Basket e non solo, assegnerà i titoli regionali del Friuli-Venezia Giulia. Spazio inoltre alla Run for Life Marcia per la vita, la corsa aperta a tutti che, ad Aquileia, con il coinvolgimento della Fiasp, farà da prologo allarrivo dei maratoneti. Insomma, il 28 marzo, in Friuli-Venezia Giulia, per tutti gli appassionati della corsa non ci sarà che limbarazzo della scelta.           


UNESCO CITIES MARATHON
 In Friuli Venezia Giulia, allinizio della primavera, si corre lunica maratona al mondo che collega due siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dellUnesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Le due cittadine distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui, lidea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, la celebre città stellata, a sua volta candidata a far parte del Patrimonio Mondiale dellUnesco. La prossima edizione dellUnesco Cities Marathon la quarta - si svolgerà il 28 marzo 2016, giorno di Pasquetta, con partenza a Cividale del Friuli e arrivo ad Aquileia, nella storica Piazza Capitolo. Quarantadue velocissimi chilometri, nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali dItalia.

______________________
UNESCO CITIES MARATHON
Ufficio stampa
Mauro Ferraro
Luciana Idelfonso


1 commento:

  1. Deve essere davvero molto, molto bella. Anche se in quella data non potrò partecipare, sicuramente sarà una delle papabili del 2017.

    RispondiElimina