mercoledì, ottobre 27, 2010

Si riparte

Dopo un paio di giorni passati alla ricerca di una deambulazione che si possa definire tale, stamani, puntualissimo, alle 7.00 nuovamente in "pista". Questa volta senza le scarpe ai piedi, per quelle mi prendo ancora qualche giorno, ma in costume, cuffia e occhialini.
Strana idea quella di tuffarsi in acqua prima del lavoro. Avere però la possibilità di nuotare in una corsia da condividere con una o al massimo altre due persone, vale decisamente, il prezzo del biglietto.
Poco meno di mezz'ora per le mie solite 36 vasche divise in blocchi da 12. Niente di che. Ma dopo cinque mesi di "inattività" aver svolto diligentemente i compitini lo si può considerare un piccolo successo.

11 commenti:

  1. ottimo mezzo per recuperare il postmaratona..

    RispondiElimina
  2. Recupera in vasca e ti faccio i complimenti x la gara..Bravo! ;)

    RispondiElimina
  3. Bravo nino!! Chi si ferma è perduto! :-D

    RispondiElimina
  4. Alla faccia dell'inattività...

    RispondiElimina
  5. Hai letto il Vangelo secondo Albanesi? :-)

    RispondiElimina
  6. ad avere il tempo!!! ti invidio UOMO ;)

    RispondiElimina
  7. Ormai sono un po' di anni che frequento. Solo per necessità. Nel 2002 "mi hanno" lussato la spalla e dopo la riabilitazione ho cominciato a nuotare per la muscolatura. All'inizio non ne andavo pazzo, ma ora, anche se rimango molto scarso, la mia mezz'ora quando posso la faccio volentieri. Da quando poi, il mercoledi, c'è l'apertura alle 7 ne approfitto. Vuota è meglio

    RispondiElimina
  8. marò, io ho rifatto le scale solo oggi......

    RispondiElimina
  9. Dopo la maratona vale la pena di staccare, il nuoto è un'ottima alternativa.

    RispondiElimina
  10. Io ieri 44 vasche in un ora scarsa, oggi 35 minuti di corsa e il polpaccio di nuovo rompeva le palle!
    Domani altre 46 vasche, e vediamo chi vince! :)

    RispondiElimina