mercoledì, gennaio 19, 2011

Forerunner 305, ancora due parole.

Entrato da qualche tempo nel club degli "anta", mi sto rendendo conto che gli anni, anche per me, cominciano a diventare una variabile non più secondaria. Se "da lontano" la vista è ancora ottima, riuscire a mettere a fuoco "da vicino", in particolari condizioni di luce, ma soprattutto "in movimento", comincia a diventare un problema.
Durante le mie corse, leggere i dati visualizzati dal Forerunner, risulta ancora semplice. Altrettanto non posso dire invece, del contenuto del pop-up che appare al centro del display, quando decido di parzializzare premendo il tasto "Lap".
Io avrei anche provato a sollevare il problema alla Garmin, approfittando della loro presenza in uno dei tanti expo a corollario delle gare, ma sembra proprio che, a questo piccolo particolare, non ci abbia mai pensato nessuno.
E se in un normale allenamento posso anche ignorare i dati relativi al singolo giro, durante una gara, se sono alla ricerca del tempo, quello su cui devo fare affidamento, considerato il margine d'errore del sistema GPS, è il tempo impiegato per percorrere i fatidici mille metri. Se la gara poi è certificata, la sua lunghezza deve essere presa per buona, non ci sono alternative.
La soluzione ? Programmare uno dei campi dati disponibili per visualizzare il tempo impiegato nell'ultimo giro.
Alla fine, ci si adatta.

18 commenti:

  1. Concordo. Alla fine tocca rallentare per poter leggere quello che compare all'interno di quel pop up. Con buona pace dei tempi..

    RispondiElimina
  2. Hai provato a tenere la retroilluminazione attiva in maniera tale da aumentare il contrasto? In pratica quando scatta il "giro" il Garmin si accenderà per 15 secondi e poi si spegnerà automaticamente.

    RispondiElimina
  3. Dove corro io c'è talmente buio che non vedo neanche gli altri riquadri,oppure sto diventando cieco alla svelta.. ;)

    RispondiElimina
  4. Giusto quello che dice squonimo.
    Io però mi trovo molto meglio da quando sono passato al 405. Che ha lo schermo più piccolo, ma più chiaro e leggibile.

    RispondiElimina
  5. @father: come darti torto. va cosa mi sono dovuto inventare....
    @squonimo: già fatto. il problema non sono i 4 campi dati o il contrasto (cosa suggerita anche dal sig. garimn), ma la dimensione dei caratteri visualizzati nel pop-up.
    @insane: io la sera ormai corro con l'illuminazione fissa.
    @web: io, in giro, non ho sentito gran commenti sul 405, si parla della ghiera ingestibile con le mani bagnate e/o sudate.

    RispondiElimina
  6. Usi ancora uno degli strumenti migliori di Garmin.. prova a guardare il 310.. se riesci a leggerci qualcosa.. ;-(( e garmin ... non risponde..!

    RispondiElimina
  7. @pimpe: non dirmi così. avevo gia eletto il 310 come degno sostituto del mio 305 nel momento della sua dipartita. ma non dovrebbe essere uguale ?

    RispondiElimina
  8. Se magari al posto di accelerare alla morte, rallenti un attimo, scompare la nebbiolina che ti si forma davanti agli occhi!!!

    RispondiElimina
  9. Io uso il 310 e, per ora, l'ingresso negli anta non ha ancora intaccato la vista. Ma in gara uso il crono normale, più leggero e meno condizionante per la testa.

    RispondiElimina
  10. In gara il Garmin non serve i km sono segnati..poi a 40 anni dovresti conoscerti e le sensazioni soggettive dovrebbero sostituire alla grande il rilevatore GPS!!..comunque con quello che costano il problema più grave per me è che dopo qualche anno entra sudore e salta il "bip sonoro"e a volte si bruciano proprio!!

    RispondiElimina
  11. @nino: cambia solo la fascia.. prendi quella morbida tipo 310 e tieniti il 305...
    leggi qua.. http://pimpe1967.blogspot.com/2010/07/garmin-xt-310-cosi-non-va.html

    RispondiElimina
  12. io son fedele al Polar.. ma il problema non cambia!

    RispondiElimina
  13. @oliver&arirun: in gara lo uso solo per avere poi il file da utilizzare sul pc ver vedere il percorso con googleearth (li "colleziono" tutti)
    @arirun: sfondi una porta aperta. io sono già al secondo e anche questo non "bippa" più da mesi
    @pimpe: letto
    @la polisportiva: magra consolazione essere in buona compagnia

    RispondiElimina
  14. @pimpe: io ormai non mi meraviglio più di niente.
    Sembra quasi che chi si occupa di sviluppare questi software non si pone minimamente il problema di capire cosa possa realmente servire all'utilizzatore finale.
    Nel caso del pop-up, pareva tanto brutto rendere programmabile la dimensione dei caratteri ??.

    RispondiElimina
  15. Giusto un'info di servizio: ricordo su runningforum, che il compianto Krily aveva fatto una statistica e risultava che i Garmin 205/305 tendevano a rompersi quando sulla cassa vi erano parecchi fori per la cassa del segnalatore acustico (mi pare fossero una decina), poi aveva notato che la Garmin aveva posto rimedio riducendo i forellini a 5. Comunque sarebbe bene, una volta finita la corsa asciugarlo, anche perché i contatti della batteria sono a vista e di solito a saltare è proprio la batteria!

    RispondiElimina
  16. Sarà, ma io preferisco il caro vecchio correre e basta, il garmin non credo lo prenderò mai

    RispondiElimina
  17. per me rimane sempre il migliore ...
    io ce l'ho da più di due anni e regge alla grande! Solitamente la sera tengo la retroilluminazione fissa e ancora (per fortuna) riesco a leggere bene. A differenza del nuovo 310 il 305 è ancora superiore ...

    Poi scusa se vuoi leggere i LAP perchè non smanetti nei campi dati ?

    Puoi mettere un campo dati con "passo ultimo giro" così ti rimane fisso e lo leggi fino al prossimo chilometro no?

    Per quanto riguarda il GPS è normale che sgarri un po' ...rimane cmq un ottimo riferimento ...

    Quello però che secondo me dovrebbe fare Garmin è inserirci un bel barometro ...dal punto di vista altimetrico sarebbe un passo avanti gigantesco ....oggi invece viene misurata con il GPS e li sgarra in maniera mostruosa logicamente....

    RispondiElimina
  18. @squonimo: se 4 o 8 fori non cambia niente. il forerunner, il sudore non lo sopporta proprio
    @grezzo: la pensavo così anch'io prima di comprarlo
    @lucky: al posto del passo metto il tempo dell'utlimo giro (che in gara, se cerchi il tempo è quell oche fa fede)

    RispondiElimina